Connect with us

News e Focus

L’estate degli scontrini pazzi, la denuncia: chiesti 10 euro “per il tempo sprecato”

Il racconto e la notizia che vengono resi noti dal sindaco di un paese in provincia di Treviso

L’articolo L’estate degli scontrini pazzi, la denuncia: chiesti 10 euro “per il tempo sprecato” proviene da TeleOne.

Published

on

Nell’estate degli “scontrini pazzi”, quella del 2023, si arriva ad un eccesso – un altro ancora – che ha dell’incredibile. E la notizia è stata resa nota dal sindaco di un paese in provincia di Treviso.

“Ma dove andremo a finire?”, si chiede Marco Della Pietra, primo cittadino di Spresiano, mostrando uno scontrino. Questa volta, tuttavia, la vicenda è avvenuta fuori da qualsiasi bar o ristorante, ma in un distributore di benzina. Il titolare dell’esercizio in questione ha chiesto il pagamento di 10 euro per “il tempo sprecato”. E alla richiesta ha fatto seguito tanto di scontrino.

Il racconto del sindaco è stato a proposito di un piccolo incidente venerdì mattina in auto, mentre la moglie accompagnava la figlia a fare le analisi. “Quando è stata l’ora di ripartire c’era il paraurti posteriore dell’auto di Ale (la moglie, ndr) che toccava la ruota sinistra. Ora, immaginate la scena: una mamma con la figlia di 4 anni, appena tamponate, ancora spaventate e agitate, e mio padre, che non ha più 30 anni, che cerca di sistemare a mano il paraurti”.

“Fatalità lì vicino (per non dire a pochi metri) c’era un distributore di benzina e mio padre ha chiesto ad un ragazzo – prosegue il racconto – che ci lavorava se avesse potuto prestargli qualcosa per fare leva e spostare il pezzo dalla ruota. Detto fatto: il ragazzo ci ha pensato lui e con una leva in due minuti ha spostato l’ostruzione liberando la ruota. Mio papà allora, per gentilezza, ha chiesto se avesse dovuto qualcosa e il ragazzo gli ha risposto:”si figuri se non ci si aiuta in queste occasioni!””.

Ma il “finale” è quello che sorprende: “Invece è uscito il proprietario del distributore (che evidentemente aveva assistito alla scena dall’interno) dicendo che “il tempo è denaro” e chiedendo 5/10 euro per il “disturbo”. Ale e mio padre inizialmente credevano scherzasse ma quando hanno capito che era serio, interdetti, hanno allungato (sbagliando, sicuramente) 5 euro a testa al signore (tra lo stupore del dipendente e di alcune persone che avevano assistito alla scena) e se ne sono andati quasi senza rendersi conto della cosa”, ha scritto ancora Della Pietra.

“Mia moglie mi ha poi chiamato raccontandomi l’accaduto. Ho aspettato che rientrassero a casa e ho voluto fare un passaggio dal signore di cui sopra. Arrivato lì subito ho parlato con un ragazzo, convinto fosse lui, dicendogli che non ritenevo corretto quanto fatto, ma questi mi ha indicato il suo capo all’interno della struttura – continua il sindaco nel suo post pubblicato su Facebook – Sono entrato, ho aspettato che un paio di persone pagassero il rifornimento e poi gli ho manifestato tutto il mio dissenso in ordine al suo comportamento. Senza alzare la voce. Gli ho chiesto se fosse stato il caso di chiedere dei soldi in quella situazione e a quelle persone. Eticamente la ritenevo (e la ritengo) proprio una cosa di una bassezza indefinibile. Inqualificabile proprio. Gli ho detto che ognuno fa i conti con la propria coscienza e che di certo non ero andato lì per riavere i soldi. Però lo scontrino sì, quello lo volevo”.

“Me l’ha fatto subito mal celando un palpabile imbarazzo dietro una finta tracotanza, asserendo che io non ero presente e che non sapevo quanto tempo avesse perso (in realtà ho avuto praticamente la diretta telefonica e lui, tra l’altro, non aveva mosso un dito… Due minuti. Totale: 10 euro”, ha aggiunto. “Per la cronaca, come potete leggere, mi ha fatto uno scontrino per lavaggio auto esterno (anche perché non credo che tra i tasti predefiniti ci fosse un “prestazione col levarin”) ma almeno, lo ripeto, ci pagherà iva e tasse”, ha concluso.

(www.teleone.it)

News e Focus

Record, il 21 Luglio 2024 “il giorno più caldo della storia”: la rilevazione Copernicus

Record di temperature globali, l’allarme degli scienziati. E giugno è stato il mese più caldo

L’articolo Record, il 21 Luglio 2024 “il giorno più caldo della storia”: la rilevazione Copernicus proviene da TeleOne.

Published

on

Il 21 luglio 2024 è stato registrato come il giorno più caldo mai registrato dall’inizio delle rilevazioni scientifiche, a metà Ottocento. La temperatura media sull’intera superficie terrestre ha raggiunto i 17,09 gradi Celsius, ben al di sopra della media annua di circa 15 gradi.

Il dato proviene da un grafico preliminare del database Era5 di Copernicus, il servizio meteorologico dell’Unione Europea. Era5 è un portale Internet aperto a tutti che raccoglie dati meteorologici globali dal 1940 a oggi. Anche se 17,09°C può sembrare una temperatura moderata, è importante ricordare che si tratta di una media tra le fredde temperature polari dell’inverno antartico e le roventi estati tropicali. Tutte queste temperature estreme stanno aumentando.

Secondo Copernicus, il mese di giugno dello stesso 2024, invece, è stato il mese più caldo mai registrato globalmente, segnando il 13esimo mese consecutivo di record di caldo. La temperatura media globale dei 12 mesi dal giugno 2023 al maggio 2024 è stata la più alta mai registrata, 1,63°C sopra la media pre-industriale del 1850-1900, superando costantemente il limite di 1,5°C fissato dall’Accordo di Parigi e dalla Cop26 di Glasgow.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Le cause di questo riscaldamento non sono un mistero: l’effetto serra provocato dalle emissioni umane di gas come anidride carbonica, diossido di azoto e metano. Questi gas derivano principalmente dalla combustione di combustibili fossili per energia, industria e trasporti, oltre che da attività come l’allevamento del bestiame.

Nonostante i continui discorsi e impegni dei governi per ridurre le emissioni, sostituire le fonti fossili con alternative sostenibili si rivela estremamente difficile e costoso, rallentando l’effettiva lotta alla crisi climatica.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

News e Focus

Sta lavando l’auto, si accascia per il forte caldo: altra vittima a Brindisi

Un automobilista si accascia mentre pulisce il veicolo: inutili i tentativi di rianimazione. I carabinieri escludono altre cause

L’articolo Sta lavando l’auto, si accascia per il forte caldo: altra vittima a Brindisi proviene da TeleOne.

Published

on

Tragedia a San Donaci, dove un uomo ha perso la vita, presumibilmente a causa del caldo intenso. L’uomo si trovava presso un autolavaggio lungo la strada provinciale tra Torre Santa Susanna ed Erchie, intento a pulire la propria auto, quando improvvisamente è crollato al suolo.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

L’allarme è stato dato da un dipendente dell’autolavaggio che ha immediatamente chiamato i soccorsi dopo aver visto l’uomo accasciarsi. Nonostante i tentativi di rianimazione, per l’automobilista non c’è stato nulla da fare.

L’uomo si è sentito male nel primo pomeriggio di lunedì, e i carabinieri hanno effettuato i rilievi del caso per indagare sull’accaduto, anche se al momento tutte le ipotesi alternative alla morte per malore da caldo appaiono improbabili.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

News e Focus

Va a fare acquisti, lascia figlia di 4 anni nell’auto rovente: arrestata 34enne

Lasciata sola per mezz’ora mentre la madre faceva acquisti da Walmart: le telecamere della polizia riprendono il drammatico salvataggio

L’articolo Va a fare acquisti, lascia figlia di 4 anni nell’auto rovente: arrestata 34enne proviene da TeleOne.

Published

on

In Florida, una bambina di 4 anni è stata salvata dopo essere rimasta bloccata per 30 minuti in un’auto rovente mentre la madre era dentro a fare acquisti da Walmart. Le telecamere della polizia di Hollywood hanno ripreso il momento del salvataggio.

La donna, Anastasiya Motalava, una 34enne, aveva lasciato il finestrino dell’auto socchiuso nonostante la temperatura esterna fosse di 32°C. Domenica scorsa, passanti hanno sentito la bambina urlare e hanno allertato le autorità. Fortunatamente, i soccorritori sono riusciti a liberare la piccola senza rompere i vetri.

Motalava è stata arrestata e accusata di maltrattamenti su minore, ma il caso è stato poi archiviato per insufficienza di prove, secondo i procuratori della Contea di Broward.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Le autorità hanno confermato che la bambina sta bene e che la madre sarà istruita sulla sicurezza dei bambini per prevenire simili incidenti in futuro.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Multimedia

Ragazza seminuda passeggia in autostrada: “bufera” sui social – IL VIDEO

[video src="https://www.teleone.it/wp-content/uploads/2024/07/ragazza-nuda-autostrada-video.mp4" poster="https://www.teleone.it/wp-content/uploads/2024/07/ragazza-nuda-autostrada-video.mp4"]

VIDEO – Una giovane donna, in abbigliamento da jogging ma a seno nudo, cammina tranquillamente sulla Firenze-Pisa

L’articolo Ragazza seminuda passeggia in autostrada: “bufera” sui social – IL VIDEO proviene da TeleOne.

Published

on

Sulla Firenze-Pisa, una giovane donna è stata avvistata mentre passeggiava in autostrada, indossando solo degli shorts e un cappellino rosa, ma con la parte superiore del corpo completamente nuda.

I video della ragazza bionda sono diventati rapidamente virali, mostrando la donna che cammina senza preoccuparsi del traffico circostante.

La scelta della giovane ha suscitato non poche preoccupazioni per la sua sicurezza. La donna ha raggiunto il casello autostradale, mentre le auto procedevano lentamente a causa del traffico. (continua sotto la foto)

Le leggi italiane vietano ai pedoni di percorrere le autostrade, rendendo la situazione ancor più insolita e pericolosa. Non è chiaro cosa abbia spinto la donna a compiere questo gesto né se sia stata fermata dalle autorità. Nel frattempo, i video che la mostrano continuano a diffondersi sui social, aumentando il clamore intorno all’evento. Ecco alcune delle immagini pubblicate nelle ultime ore (video sotto):

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading
Advertisement

I più cliccati