Connect with us
carabinieri carabinieri

Sicilia

“Omicidi e pizzo a tappeto”: mafia, arrestati i nuovi boss nel Palermitano

Mafia, colpo ai clan nel Palermitano: arresti nella notte. Come il mandamento di Misilmeri-Belmonte Mezzagno si era riorganizzato

Published

on

Nonostante i numerosi arresti degli ultimi anni, il mandamento mafioso di Misilmeri-Belmonte Mezzagno era riuscito a riorganizzarsi.

Per mantenere il predominio nel territorio sono stati commessi omicidi ed è stato imposto il pizzo a tappeto ai commercianti della zona.

E’ quanto emerso dall’operazione “Fenice”, messa a segno questa notte dai carabinieri del Comando provinciale di Palermo, coordinati dalla Dda, che ha portato in carcere sei fra boss e gregari del clan alle porte della città. Un’organizzazione tornata in piena operatività con una nuova scala gerarchica che imponeva le “regole” mafiose.

L’indagine dei carabinieri, andata avanti attraverso non poche difficoltà dovute al modus operandi degli indagati, ha consentito di acquisire gravi indizi in merito all’evoluzione strutturale ed operativa della famiglia di Misilmeri, alla identificazione degli appartenenti al clan, e al condizionamento del tessuto socio-economico da parte della famiglia di Misilmeri, espresso principalmente attraverso il racket. L’indagine ha ricostruito i nuovi assetti della cosca.

Secondo i magistrati, come riportano le agenzie, a guidarla sarebbe stato Michele Sciarabba, ritenuto il nuovo capofamiglia di Misilmeri, figlio del boss mafioso Salvatore. Al suo fianco, come braccio destro, Alessandro Ravesi.

Oltre un anno di intercettazioni hanno permesso di scoprire come i due coordinassero l’attività nei settori tipici di controllo di Cosa nostra, curando il mantenimento dell’ordine sul territorio e cercando di risolvere tutte le controversie tra privati che si rivolgevano alla mafia invece che allo Stato.

Intercettazioni e pedinamenti hanno svelato il sistema di “solidarietà” tra gli appartenenti al clan nei confronti dei familiari degli affiliati in carcere a cui veniva garantito il sostentamento.

Cronaca

Baby gang in azione in via Cavour: Palermo, un ragazzo finisce in ospedale

Il più piccolo ha riportato varie escoriazioni, mentre ancora un altro ragazzo è stato aggredito a calci e pugni

L’articolo Baby gang in azione in via Cavour: Palermo, un ragazzo finisce in ospedale proviene da TeleOne.

Published

on

La scia di violenza, a Palermo, non si ferma. L’ultimo episodio è quello che è accaduto questa notte, dove quattro ragazzi fra i 17 ed i 27 anni sono stati picchiati in centro città. E’ avvenuto tutto in via Cavour, dove una baby gang ha preso di mira i giovani nella zona della sede della prefettura.

Due fratelli, di 17 e 27 anni, in particolare, hanno avuto la peggio. Per il più grande è stato necessario il trasferimento in ospedale (al “Buccheri La Ferla”), mentre il più piccolo ha riportato varie escoriazioni, mentre un altro ragazzo è stato aggredito a calci e pugni.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Sui fatti, l’ennesimo caso di brutale violenza per le vie della città, è la squadra mobile della questura a portare avanti le indagini. Al vaglio degli inquirenti sono le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza. Sembrerebbe che, dopo la violenza, gli aggressori siano fuggiti nella zona del quartiere Borgo Vecchio.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Lite con il ragazzo, una minorenne aggredisce i carabinieri a Catania: denunciata

La giovane ha inveito contro i militari, dopo avere anche strattonato e colpito al braccio uno fra i militari intervenuti

L’articolo Lite con il ragazzo, una minorenne aggredisce i carabinieri a Catania: denunciata proviene da TeleOne.

Published

on

Ha rifiutato di farsi riconoscere dai carabinieri e salire sull’auto per essere portata in caserma. Poi ha anche inveito contro i militari, dopo avere anche strattonato e colpito al braccio uno fra quelli intervenuti. La protagonista, una ragazza minorenne di Catania, che alla fine è stata denunciata per violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

I carabinieri erano intervenuti in viale Kennedy, con l’obiettivo di sedare una lite in strada che la giovane aveva avuto con il fidanzato. Inizialmente i militari pensavano che si trattasse di violenza di genere e identificato il ragazzo, mentre lei, la minorenne, ha iniziato ad inveire contro i carabinieri ed un passante.

Alla fine, riportata la calma, la ragazza ed il ragazzo sono stati condotti in caserma e successivamente riaffidati ai genitori.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Palermo, 32esimo anniversario della strage di Capaci: le manifestazioni

La fondazione Falcone quest’anno dedica la giornata al ricordo delle vittime della strage sul lavoro di Casteldaccia

L’articolo Palermo, 32esimo anniversario della strage di Capaci: le manifestazioni proviene da TeleOne.

Published

on

Quello di quest’anno sarà il 32esimo anniversario della strage mafiosa di Capaci. Il 23 maggio 1992 furono assassinati dalla mafia i magistrati Giovanni Falcone e Francesca Morvillo, e gli agenti della polizia di Stato Rocco Dicillo, Antonio Montinaro e Vito Schifani.

La fondazione Falcone, che quest’anno dedica la giornata al ricordo delle vittime della strage sul lavoro di Casteldaccia, ha reso noto il programma delle celebrazioni giovedì prossimo.

Alle 10 a Palazzo Jung, in via Lincoln 72 a Palermo sarà presentato il Museo del presente. Dalle ore 10 alle ore 11.45, in diretta Rai, dal palco allestito nel parco del Museo del presente si svolgerà la cerimonia di presentazione del Museo, alla presenza del presidente della Regione siciliana Renato Schifani, del sindaco della Città Metropolitana e di Palermo Roberto Lagalla, del vice presidente della provincia autonoma di Bolzano Daniel Alfreider per poi proseguire con i rappresentanti istituzionali che hanno confermato la presenza: il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, la presidente della commissione parlamentare antimafia Chiara Colosimo.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Ci saranno anche i vertici della Dea, dell’Fbi, la rappresentanza del governo degli Stati Uniti d’America con la console generale Tracy Roberts-Pounds e Louis J. Freeh, già direttore generale dell’Fbi e amico di Giovanni Falcone.

Accanto a Maria Falcone, presidente della fondazione saranno presenti sul palco anche i diversi partner che hanno concorso e concorreranno direttamente alla realizzazione del Museo del presente.

Dalle ore 13 alle ore 17.58 sarà possibile visitare gli spazi rigenerati della Galleria del presente e della Biblioteca Blu, fino ad esaurimento della capienza. Dalle ore 17 alle ore 17.58 si svolgerà la manifestazione sotto l’Albero Falcone, in via Notarbartolo, simbolo di aggregazione sociale e civile. Poi, in forma riservata, alle ore 19 sarà celebrata la messa di suffragio nella chiesa di San Domenico in memoria delle vittime della strage di Capaci.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Danni causati dagli incendi dall’estate 2023, dall’Irfis contributi per 2,9 milioni

Si tratta delle fiamme che hanno interessato, a partire dal 23 luglio 2023, le province di Catania, Messina, Palermo e Trapani

L’articolo Danni causati dagli incendi dall’estate 2023, dall’Irfis contributi per 2,9 milioni proviene da TeleOne.

Published

on

In pubblicazione oggi da Irfis FinSicilia l’avviso pubblico per contributi straordinari per i danni causati dagli incendi della scorsa estate. Si tratta di una misura da 2,9 milioni di euro destinata a quanti hanno subito danni al patrimonio immobiliare e mobiliare a seguito dell’ondata di calore e degli incendi che hanno interessato, a partire dal 23 luglio 2023, le province di Catania, Messina, Palermo e Trapani e per i quali è stata emanata una apposita ordinanza del Capo della Protezione civile.

Grazie al decreto della Regione, si legge in una nota, è stato costituito, mediante incremento del Fondo Sicilia, un plafond destinato alla concessione dei contributi d’importo pari a 2,9 milioni di euro. Irfis – FinSicilia è stata incaricata di gestire le relative agevolazioni.

Per accedere al contributo, sottolinea la nota, è necessario, tra l’altro, essere proprietari dei beni e avere denunciato prima della data del decreto che determina lo stanziamento (il 9 aprile del 2024) i danni occorsi a seguito di incendi e ondate di calore.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Sono previsti dei limiti al contributo. In particolare, per il ripristino dell’unità immobiliare destinata ad abitazione principale del proprietario, questo non potrà superare i 50 mila euro. Se l’abitazione è diversa da quella principale del proprietario il limite è di 25 mila euro. Per il ripristino delle parti comuni di un edificio residenziale il limite è 15 mila euro per ciascun edificio e mentre per il ristoro delle spese relative al ripristino o alla sostituzione dei beni mobili distrutti o danneggiati ubicati nell’unità immobiliare danneggiata, destinata ad abitazione principale del proprietario o del titolare di un diritto reale o personale di godimento, il limite massimo è 5 mila euro. In presenza di indennizzi assicurativi, o altre tipologie di contributo, corrisposti o da corrispondersi al richiedente da parte di altro ente pubblico, per le medesime finalità, i massimali sono ridotti del 50%.
L’avviso è visionabile e scaricabile sul sito istituzionale dell’Irfis e sul sito istituzionale dell’Assessorato regionale dell’Economia.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading
Advertisement

I più cliccati