Connect with us
murale stadio palermo murale stadio palermo

Sicilia

Nuovo murale dello stadio imbrattato: rabbia e indignazione a Palermo

Published

on

Rabbia e indignazione. Ed anche la durissima reazione della società del Palermo calcio, che si è espressa attraverso un “forte” comunicato pubblicato attraverso il proprio sito internet ufficiale. Sono state imbrattate con diverse scritte numerose parti del murale realizzato pochi giorni fa sulla cancellata dello stadio Barbera di Palermo da alcuni dei più importanti graffitari internazionali.

“Per queste persone – è il riferimento del club di viale del Fante ai responsabili – non c’è speranza: siete già estinti, e non lo sapete“. (continua sotto)

“Provo dispiacere e dolore per il fatto che un gruppo di individui non abbia capito il senso dei murales realizzati da artisti internazionali sulla cancellata dello Stadio Renzo Barbera – commenta il sindaco Roberto Lagalla -. Un’opera che aveva l’obiettivo di mettere in luce la passione per lo sport e i colori rosanero che rappresentano la squadra della città. Queste scritte provocano una ferita al Palermo, la sua società e i suoi tifosi, ma anche alla città, essendo lo Stadio Barbera uno dei simboli del capoluogo. Adesso, l’auspicio è che le forze dell’ordine possano individuare i responsabili di questo atto di inciviltà”.

Questo invece il messaggio del Palermo, riportato integralmente: “Ci sono voluti tre anni di lavoro, tra permessi, progettazione, ostacoli della pandemia e organizzazione generale.
E ci sono voluti pochi secondi per rovinare tutto.
C’è qualcuno in questa città che vorrebbe che le cose non cambiassero mai, ed esercita la sua missione con il ricatto, la prevaricazione violenta e criminale, il vandalismo e un’attività militante votata alla distruzione del bello e del buono”. (continua sotto)

“La gente di Palermo ha già dimostrato a queste persone che per loro non c’è futuro, e che il futuro invece lo costruiamo noi sognatori. Noi che abbiamo tutti lo stesso sguardo del bambino dipinto ieri da Rosk, con i nostri colori sulle guance. Noi che non smetteremo mai di dire a questi falliti che Palermo e il Palermo siamo noi. E che per loro non c’è speranza: siete già estinti, e non lo sapete”.

Cronaca

Incidente e paura sulla Palermo-Agrigento: 75enne rimane intrappolato fra le lamiere

Intervento tempestivo dei soccorsi per la vittima, un 75enne, coinvolto nell’incidente: l’intervento fra Villafrati e Baucina

L’articolo Incidente e paura sulla Palermo-Agrigento: 75enne rimane intrappolato fra le lamiere proviene da TeleOne.

Published

on

Momenti di grande paura dopo un incidente sulla statale Palermo-Agrigento: l’auto guidata da un uomo di 75 anni è uscita di strada, ribaltandosi nella zona fra Villafrati e Baucina.

I vigili del fuoco sono intervenuti prontamente per estrarre l’uomo dalle lamiere, consegnandolo alle cure dei sanitari del 118. Trasportato d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale Civico di Palermo, l’automobilista ha ricevuto le prime cure.

L’incidente ha richiesto l’intervento congiunto degli agenti della polizia stradale e dei carabinieri per eseguire i rilievi e regolare il traffico, mentre le squadre del distaccamento di Villafrati del servizio antincendio hanno lavorato per garantire la sicurezza dell’area.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Vittoria, operazione antimafia: scattano 16 ordinanze cautelari

Sono contestati a vario titolo i reati di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, tentato omicidio

L’articolo Vittoria, operazione antimafia: scattano 16 ordinanze cautelari proviene da TeleOne.

Published

on

A Vittoria, nella provincia di Ragusa, scatta un’operazione antimafia coordinata dalla Dda etnea: i carabinieri del nucleo investigativo del Comando provinciale di Ragusa e Finanzieri del Gico del nucleo di polizia economico finanziaria di Catania hanno eseguito, nei confronti di 16 persone, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa del gip del capoluogo etneo su richiesta della Direzione distrettuale antimafia.

Agli indagati sono contestati a vario titolo i reati di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione mafiosa, tentato omicidio e illecita concorrenza con minaccia o violenza.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

I 37 nuovi sindaci in Sicilia: Amministrative, ecco gli eletti e chi va al ballottaggio

La lista dei nuovi primi cittadini nelle province siciliane al voto, e l’elenco dei ballottaggi che si terranno

L’articolo I 37 nuovi sindaci in Sicilia: Amministrative, ecco gli eletti e chi va al ballottaggio proviene da TeleOne.

Published

on

Si chiude la tornata elettorale per le Amministrative in Sicilia, dove sono stati 37 i sindaci che i cittadini erano chiamati a scegliere. Affluenza più alta nella provincia di Messina, con 10 comuni al voto, con il 65,67 per cento, mentre la più bassa è stata in provincia di Agrigento (6 comuni alle urne) con il 45,41%.

Ecco la lista dei sindaci eletti, provincia per provincia:

AGRIGENTO
Alessandria della Rocca: Salvatore Mangione; Caltabellotta: Biagio Marciante; Campobello di Licata: Vito Terrana (33,61%); Naro: Milco Dalacchi; Racalmuto: Calogero Bongiorno; Santa Elisabetta: Liborio Gaziano.

CALTANISSETTA

Caltanissetta: ballottaggio Walter Tesauro (34,89%) e Annalisa Petitto (30,47%); Gela (dati provvisori): si profila ballottaggio tra Rita Cosentino (38%) e Terenziano Di Stefano (28%); Mazzarino: Mimmo Faraci (40,60%).

CATANIA

Aci Castello: Carmelo Scandurra (64,27%); Motta Sant’Anastasia: Antonio Bellia (40,44%); Ragalna: Nino Caruso (59,54%); Zafferana Etnea: Salvatore Russo.

MESSINA

Brolo: Pippo Laccoto (79,44%); Condrò: Pietro Giuseppe Catanese (61,85%); Falcone: Carmelo Paratore (59,36%); Forza D’Agrò: Bruno Miliadò (52,26%); Leni: Ireneo Giardinello (44,29%); Longi: Calogero Lazzara (54,99%); Mandanici: Armando Carpo (54,21%); Oliveri: Francesco Iarrera (63,58%); Spadafora: Lillo Pistone (43,16%); Rometta: Nino Cirino (55,50%).

PALERMO

Bagheria: Filippo Tripoli (71,46%); Bompietro: Calogero D’Anna (unico candidato, con 708 voti il 100%); Borgetto: Francesco Davì (53,39%); Cinisi: Vera Abbate (37,29%); Corleone: Walter Rà; Monreale: Alberto Arcidiacono (83,83%); Palazzo Adriano: Nicolò Granà (candidato unico); Roccamena: Pippo Palmeri; San Mauro Castelverde: Giuseppe Minutilla.

SIRACUSA

Pachino: ballottaggio fra Rosaria Fronterrè (36,5%) e Giuseppe Gambuzza (31,39%)

TRAPANI

Castelvetrano: Giovanni Lentini; Mazara del Vallo: Salvatore Quinci; Salaparuta: Michele Antonino Saitta; Salemi: Vito Scalisi (56,69%).

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Amministrative, il quadro in Sicilia: sindaci già eletti e ballottaggi

Inizia a delinearsi il quadro delle amministrative che hanno coinvolto 37 comuni siciliani, con elezione di sindaci e consiglieri

L’articolo Amministrative, il quadro in Sicilia: sindaci già eletti e ballottaggi proviene da TeleOne.

Published

on

Inizia a delinearsi il quadro delle amministrative che hanno coinvolto 37 comuni siciliani, dove i cittadini sono stati chiamati ad eleggere sindaci e consiglieri. I dati sono in via di definizione, ma la situazione è già chiara per molti centri.

L’unico capoluogo di provincia al voto, Caltanissetta, va verso il ballottaggio. Si contendono il posto da sindaco Walter Tesauro, candidato del centrodestra (7 liste) al 34,09%, seguito dalla civica Annalisa Petitto con il 30,34%, (appoggiata anche dal Pd senza simbolo) anche lei sostenuta da 7 liste, e il sindaco uscente del M5s Roberto Gambino con il 29,53% e col sostegno di tre liste compreso Sud chiama Nord di Cateno De Luca.

A Bagheria, Palermo, il sindaco uscente Filippo Maria Tripoli (Insieme Bagheria), ex Udc e attuale dirigente di Italia Viva trionfa con oltre il 71% dei voti (GUARDA intervista), mentre a Monreale (Palermo) Alberto Arcidiacono fa anche meglio, con l’80% delle preferenze. Si avvia alla vittoria a Corleone Walter Rà (Coraggio Corleone), sostenuto da FdI, Forza Italia e Dc, con il 43,8%, che stacca di oltre dieci punti l’uscente Nicolò Nicolosi (Costruire Futuro).

In provincia di Caltanissetta, a Gela, è avanti con il 31,55% dei voti la candidata del centrodestra Grazia Cosentino – sostenuta dalle liste Lega, Italia Viva e Fratelli d’Italia – seguita da Terenziano Di Stefano – a capo di una coalizione con M5S, Azione, Ripartiamo da zero, Pd, Pci, Idee in movimento, Sud chiama Nord e due liste – con il 28,11 % dei voti. Dietro c’è Salvatore Scerra, anche lui candidato di centrodestra con il 24,52% dei voti.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Si va verso il ballottaggio anche a Castelvetrano, nella provincia di Trapani, dove c’è la contesa fra l’avvocato Giovanni Lentini e il medico Salvatore Stuppia; il primo, sostenuto da Prima L’Italia Lega, Forza Italia, FdI e tre liste civiche, si attesta al 35%, mentre il secondo ha al momento il 25,2%. E a Pachino, Siracusa, il duello è fra tra Barbara Fronterrè (Mia, Dc, e liste civiche) e Giuseppe Gambuzza (Forza Italia e liste civiche).

A Mazara del Vallo, Trapani, vince al primo turno il sindaco uscente Salvatore Quinci che si attesta, al momento, al 46%; l’avvocatessa Vita Ippolito, secondo i dati parziali, è al 29%.

Sindaco già quasi eletto anche ad Aci Castello, Catania, con l’uscente Carmelo Camillo Scandurra in testa con circa il 59%.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading
Advertisement

I più cliccati