Palermo, l’omicidio in strada nel quartiere Zisa: le telecamere e la confessione

Palermo, l’omicidio in strada nel quartiere Zisa: le telecamere e la confessione

05/07/2022 Off Di redazione

Avrebbe confessato tutto. Si è costituito ai carabinieri l’assassino di Giuseppe Incontrera, pregiudicato che è stato assassinato per strada giovedì scorso, nel quartiere Zisa a Palermo.

“Incastrato” dalle videocamere della zona, che hanno ripreso il delitto, l’uomo avrebbe deciso di confessare l’omicidio. L’indagine è coordinata dalla Dda di Palermo guidata dall’aggiunto Paolo Guido. (continua sotto)
LEGGI ANCHE:
Fiammetta Borsellino: “Stato senza futuro: non sarò alle manifestazioni per via D’Amelio”
Ucciso a coltellate nel garage di casa: un arresto a Partinico
Napoli, gli danno fuoco mentre è in videochiamata con la fidanzata

Nel video si vede il killer, armato, a volto scoperto, che tallona la vittima che si sposta in bicicletta. L’uomo spara un primo colpo e Incontrera prosegue cercando di fuggire. Un secondo colpo di pistola – riportano le agenzie – lo raggiunge alla spalla e lo fa cadere a terra. Il killer finisce sopra il cadavere, poi si rialza e prosegue la sua corsa.

Secondo gli inquirenti il delitto sarebbe di matrice mafiosa e sarebbe maturato nell’ambito di contrasti sul traffico di droga nel mandamento di Porta Nuova in cui Incontrera avrebbe assunto un ruolo di spicco.
Rimanete aggiornati, seguite TELEONEMAG su Facebook! (clicca qui)