Connect with us
razzo cinese razzo cinese

News e Focus

Razzo cinese arriva sulla terra, l’agenzia spaziale: “Ecco dove potrebbe cadere”

Bassa possibilità che il razzo cinese cada in Italia, ma l’Agenzia spaziale italiana indica Sicilia, Calabria e Sardegna fra le zone interessate – LEGGI

Published

on

Il suo peso è di 23 tonnellate, e potrebbe cadere in un tratto compreso fra il sud della Sardegna, la Sicilia e una porzione meridionale della Calabria. Si tratta del razzo cinese Lunga marcia “5B (CZ-5B)” il cui rientro incontrollato in atmosfera è previsto fra domani sera, 30 luglio, e domenica sera, 31 luglio.

Lo sottolinea l’Agenzia spaziale italiana, che prevede in questo arco temporale, sull’Italia, tre differenti orbite che potrebbero interessare – per alcuni secondi – cinque porzioni di territorio delle isole e del Sud Italia. Prevedere quando un oggetto proveniente dallo spazio cadrà sulla Terra è con buona approssimazione possibile, ma sapere in anticipo dove cadranno i detriti è molto più complicato (continua sotto👇)
🔴 LEGGI ANCHE:
Maxischermo si stacca e cade sui ballerini: due feriti – VIDEO
Catania, 32enne uccisa in casa a coltellate: fermato il figlio adolescente
Pestaggio choc alla stazione di Milano: “Ci vuole l’esercito” – il VIDEO
Giocatore crolla a terra privo di sensi: compagno gli salva la vita – VIDEO

Ad ogni modo ieri il direttore generale della Protezione civile della Sardegna, Antonio Pasquale Belloi, e la sua squadra hanno partecipato a una riunione del Comitato operativo nazionale, convocato dal capo dipartimento Fabrizio Curcio per fare il punto sul rientro sulla terra del secondo stadio del lanciatore cinese PRC-CZ5B: è comunque ritenuta bassa la possibilità che uno o più frammenti del razzo possano colpire l’Italia, ma non è ancora possibile escluderla totalmente.

Come ricostruisce il Corriere della sera, la Protezione civile della Sardegna era stata allertata in occasione del rientro incontrollato sulla Terra del lanciatore spaziale cinese «Lunga marcia 5B». In quel caso erano previste tre traiettorie che avrebbero potuto coinvolgere l’Italia e, in particolare 9 regioni del centro-sud, cioè Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna. Nel maggio 2020 frammenti di un altro lanciatore Lunga Marcia 5B cinese erano finiti in una zona popolata dell’Africa, in Costa d’Avoria, e danneggiato edifici ma senza causare feriti.
👉 Rimanete aggiornati, seguite TELEONEMAG su Facebook! (clicca qui 💪)

News e Focus

Accoltella e uccide la moglie davanti a tutti: Maria muore a 52 anni

L’omicidio è avvenuto davanti a diversi testimoni oculari: i due avrebbero dovuto separarsi un giorno dopo

L’articolo Accoltella e uccide la moglie davanti a tutti: Maria muore a 52 anni proviene da TeleOne.

Published

on

La coppia si stava per separare, secondo quelle che sono state le ultime informazioni. Ma alla fine, nella provincia di Lucca, si è consumato un altro drammatico femminicidio. Un uomo di 55 anni, Vittorio Pescaglini, ha ucciso a coltellate Maria Ferreira (foto), la moglie di 52, per poi andare, a piedi, a costituirsi nella caserma dei carabinieri.

Tutto è accaduto a Fornaci di Barga, per strada. L’uomo ha raggiunto la donna in auto, è sceso e l’ha accoltellata. La donna era di origini sudamericane. I due avrebbero dovuto separarsi in Comune il giorno dopo.

I due si trovavano sul marciapiede di via Cesare Battisti, e sul posto allertati da alcuni testimoni oculari, è subito intervenuta una ambulanza ed è stato attivato anche l’elisoccorso.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

L’immediato soccorso, tuttavia, non è servito. La donna è deceduta poco dopo. L’uomo ha accoltellato la donna, che era appena uscita da un albergo che si trovava in zona, e lo ha fatto davanti a diversi testimoni. Ai militari l’uomo avrebbe detto che tra di loro era previsto un appuntamento, proprio alla vigilia della firma in Comune (a Fabbriche di Vergemoli) per la definitiva separazione.

L’uomo è stato arrestato, sequestrata l’arma del delitto, e ipotizzato il reato di “omicidio volontario premeditato”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Ventata dall’Atlantico, l’allerta maltempo è in 5 regioni: le previsioni

Da attendersi forti e diffuse precipitazioni fin dal mattino, comprese abbondanti nevicate a quote collinari

L’articolo Ventata dall’Atlantico, l’allerta maltempo è in 5 regioni: le previsioni proviene da TeleOne.

Published

on

Ha già investito l’Italia in diverse zone, ma si prepara ad un’entrata più “consistente”. Il maltempo si riporta sul nostro Paese, con un nuovo fronte perturbato dell’Atlantico.

Nelle prossime ore, dopo l’arrivo nelle zone settentrionali e occidentali, si espanderà anche alle regioni più a est. Da attendersi forti e diffuse precipitazioni fin dal mattino, comprese abbondanti nevicate a quote collinari.

Il Dipartimento della Protezione Civile, d’intesa con le regioni coinvolte, ha quindi emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse. Da oggi, lunedì, è allerta gialla su Liguria, basso Piemonte, Lombardia settentrionale, sulla Toscana occidentale e sui ampi settori dell’Emilia-Romagna centro-occidentale.

Gli ampi rovesci potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche, come indicate nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

In particolare attenzione per i temporali che colpiranno fin dalle prime ore del mattino Piemonte e Liguria, e che in seguito andranno a interessare Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana e Veneto. Tra i fenomeni attesi oltre le forti precipitazioni, anche possibili grandinate e forti raffiche di vento.

Nevicate, da moderate ad abbondanti, sono attese al di sopra dei 400-600 metri su Piemonte meridionale e il confinante entroterra ligure, al di sopra dei 600-800 metri sui restanti settori del Piemonte e su Lombardia, Provincia di Trento e Veneto.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

I drink in discoteca, poi studentessa 20enne stuprata nel parcheggio: l’arresto

L’aggressione è avvenuta dopo che i due si erano conosciuti in discoteca e bevuto qualche drink in compagnia: i dettagli

L’articolo I drink in discoteca, poi studentessa 20enne stuprata nel parcheggio: l’arresto proviene da TeleOne.

Published

on

Si erano conosciuti all’interno del locale milanese, poi è scattata la violenza. Ancora uno stupro a Milano, questa volta ai danni di una ragazza di 20 anni.

Si tratta di una studentessa americana, che è stata violentata nella notte di venerdì nel parcheggio di un supermercato. Questo era nelle vicinanze di una nota discoteca in via Valtellina. La polizia ha arrestato uno studente egiziano, quasi in flagranza di reato. Il giovane era, infatti, stato trattenuto dagli addetti alla sicurezza della discoteca stessa.

LEGGI ANCHE: “Stuprata in piscina”: ancora violenza di gruppo su una 21enne, c’è l’arresto

L’allarme è stato lanciato da alcuni passanti. L’aggressione è avvenuta nel parcheggio, dopo che i due si erano conosciuti in discoteca e bevuto qualche drink assieme. Usciti dal locale, la violenza nel parcheggio. La ragazza è riuscita ad attirare l’attenzione dei passanti urlando, e il personale di sicurezza è così intervenuto e bloccato il ragazzo.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

La ragazza è stata poi accompagnata alla clinica Mangiagalli, dove sono stati riscontrati gli abusi. L’arresto del ragazzo, invece, dovrà essere convalidato dal gip.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

News e Focus

Ferragni-Fedez, caos dopo il pandoro-gate? Chiara: “Priorità? Proteggere i figli”

L’intervista rilasciata dall’influencer approfondisce poi in particolare il caso giudiziario

L’articolo Ferragni-Fedez, caos dopo il pandoro-gate? Chiara: “Priorità? Proteggere i figli” proviene da TeleOne.

Published

on

Dopo le news sulla presunta separazione con Fedez (LEGGI), torna a parlare la influencer Chiara Ferragni, che ha affrontato l’argomento del rapporto col marito.

Le parole dell’imprenditrice risalgono a martedì scorso, 20 febbraio, quando non era ancora trapelata la “svolta” della separazione.

“Chiunque nel mondo può dire la sua e avere le sue opinioni, ma per me, piuttosto che dare spiegazioni, è più importante fare quello che reputo più giusto: tenere i problemi tra le mura familiari”, ha detto ai giornalisti rispondendo alle domande sulla mancata presenza al suo fianco da parte del rapper nelle ultime settimane.

LEGGI ANCHE: Chiara Ferragni e Fedez, matrimonio finito? “Lui ha lasciato casa”

Nella lunga intervista rilasciata al Corriere della sera, la donna ha spiegato che “lui in tanti weekend non c’è stato. In altri, c’è stato”, aggiungendo che “comunque, è mio marito”.

“Secondo me – taglia poi corto sull’argomento -, in certe situazioni di caos esterno, le altre cose è meglio tenerle dentro la coppia”. L’intervista approfondisce poi in particolare l’affaire Pandoro, il caos giudiziario che sarebbe tra le cause della presunta rottura tra moglie e marito. L’influencer racconta di quel 15 dicembre, di quando ha appreso la notizia delle indagini dell’Antitrust e di come ha affrontato l’ondata di commenti e critiche nei suoi confronti.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Parla anche del video di scuse e ammette che “forse avrei dovuto pensarci di più”. “Quando sei dentro una gogna mediatica, ti sembra che tutte le persone ti stiano accusando – spiega -, invece, basta uscire un attimo di casa per accorgerti che non è così. Da quando ho ripreso a uscire, non ho mai incontrato qualcuno che mi dicesse ‘sei una criminale’, ma solo persone che mi dicono: tutto questo è ingiusto, ne uscirai a testa alta”.

Poi c’è spazio anche per il racconto della sua vita, dall’infanzia con i genitori e la sorella fino alla consapevolezza di aver conquistato “un successo più grande dei sogni che avevo“. Ma anche della “fragilità” che fatica a raccontare. “Faccio fatica perché – conclude -, se raccontassi quanto mi sento fragile, mi percepirei ancora più debole, ancora più attaccabile”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading
Advertisement

I più cliccati