Connect with us

News e Focus

Morto a 67 anni l’ex ministro Roberto Maroni

L’ex ministro ed ex segretario della Lega, Roberto Maroni, morto a 67 anni. Da un anno s’era ritirato dalla politica attiva – LEGGI

Published

on

E’ morto all’età di 67 anni Roberto Maroni, ex ministro ed ex segretario della Lega, nella sua casa nel Varesotto. Dal 2013 al 2018 aveva ricoperto anche la carica di presidente della Regione Lombardia, ed era malato da tempo.

Con Umberto Bossi aveva condiviso gli inizi della Lega Nord. Dal 2021, quando ha scoperto la malattia che lo ha condotto alla morte, si era ritirato dalla politica attiva. (👇 👇 continua sotto 👇👇)
👉 Rimanete aggiornati, seguite TELEONEMAG su Facebook! (clicca qui 💪)

“Lunedì notte alle 4 il nostro caro Bobo ci ha lasciato. A chi gli chiedeva come stava, anche negli ultimi istanti, ha sempre risposto ‘bene’. Eri così Bobo, un inguaribile ottimista. Sei stato un grande marito, padre e amico”. Con queste parole la famiglia di Roberto Maroni ne ha annunciato la morte. Per poi aggiungere una frase di Emmily Dickinson: “Chi è amato non conosce morte, perché l’amore è immortalità, o meglio, è sostanza divina”. E poi l’ultimo saluto: “Ciao Bobo”.

Nato a Varese nel 1955, Roberto Maroni ha ricoperto il ruolo di segretario federale della Lega Nord dal 1º luglio 2012 al 15 dicembre 2013. È stato due volte ministro dell’Interno (dal 1994 al 1995, ricoprendo anche l’incarico di vicepresidente del Consiglio e dal 2008 al 2011) e ministro del Lavoro e delle Politiche sociali dal 2008 al 2011.

Nell’aprile del 2012 Maroni ha fatto parte, con Roberto Calderoli e Manuela Dal Lago, del triumvirato che fino al congresso della Lega Nord è stato incaricato di sostituire la carica di segretario del partito lasciata da Umberto Bossi. Tre mesi dopo, al congresso del partito, viene eletto segretario, rimanendo in carica fino a quando gli è subentrato Matteo Salvini.

Nel 2013, alle Regionali in Lombardia, è stato eletto presidente con il 42,8% dei voti. Non si è poi ricandidato alle elezioni successive del 2018. Nel 2021 è stato chiamato dal Viminale a presiedere la Consulta contro il caporalato.

Risale a gennaio 2021 il ricovero all’ospedale di Varese in seguito a un malore. Maroni si trovava all’interno della sua abitazione a Lozza (Varese), quando si è accasciato a terra picchiando la testa e ferendosi lievemente. Dimesso poco dopo, aveva commentato: “E’ stata dura ma ora è tutto sotto controllo. Mi sto sottoponendo agli accertamenti del caso”. Erano quindi seguiti altri ricoveri, a Varese prima e Milano poi, e un intervento.
📽 GUARDA TUTTI I VIDEO
🔴 LEGGI ANCHE:
Picchiata a 15 anni da tre compagne: “Le hanno strappato le unghie”, poi minacce
Alunno lo prende in giro in classe, il prof gli dà un pugno: sospeso – il VIDEO
Tragedia sfiorata: tir fuori controllo, impatto frontale evitato – VIDEO
Palermo, cade al cimitero dentro una tomba e sprofonda per 3 metri
Rubano un’auto per una sfida Tiktok: incidente, morti 4 ragazzi fra 14 e 19 anni
La tragedia di Sofia e Francesco, 20enni scomparsi dopo la discoteca: trovati morti
Pitbull sbrana e uccide fratellini di 5 mesi e due anni, grave la mamma
Terremoto Messico, lo scioccante “effetto onde” sul grattacielo – il VIDEO

News e Focus

Bus con 40 studenti finisce fuori strada, ci sono feriti: “Evitato lo scontro frontale”

Gli studenti, tutti fra i 14 e i 18 anni, frequentano gli istituti superiori di Potenza

L’articolo Bus con 40 studenti finisce fuori strada, ci sono feriti: “Evitato lo scontro frontale” proviene da TeleOne.

Published

on

Drammatico incidente stradale a Baragiano, nella provincia di Potenza. Un bus, con a bordo una quarantina di studenti, è andato a finire fuori strada. Sarebbe accaduto in seguito ad una manovra del conducente, che avrebbe così evitato un possibile scontro frontale con un’auto.

Tutte le persone a bordo dell’autobus sono salve, mentre i feriti più gravi sono l’autista del pullman e l’uomo che era alla guida dell’auto.

La vittima è rimasta incastrata all’interno della vettura, ed è stata estratta dai vigili del fuoco. Così come è stato ricostruito anche dai carabinieri, l’autobus per evitare una collisione frontale con un’automobile, un’Alfa Romeo 147, è uscito dalla sede stradale.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Il mezzo è, così, finito sulla parte destra della strada. Nessuno degli studenti, secondo le ultime informazioni, sarebbe rimasto ferito gravemente. Alcuni sono stati comunque trasferiti per accertamenti all’ospedale San Carlo di Potenza. Gli studenti, tutti fra i 14 e i 18 anni, frequentano gli istituti superiori di Potenza.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

News e Focus

Uccise un gatto in diretta web, poi un uomo: “Era ossessionata”, 26enne all’ergastolo

Per una giovane inglese è arrivata la sentenza finale, quella dell’ergastolo: i fatti

L’articolo Uccise un gatto in diretta web, poi un uomo: “Era ossessionata”, 26enne all’ergastolo proviene da TeleOne.

Published

on

Voleva sapere in tutti i modi, come sarebbe stato “uccidere qualcuno”. Una vera e propria ossessione, quella della 26enne Scarlet Blake, una giovane inglese che è stata così descritta dopo la sentenza finale, quella dell’ergastolo.

La pena è stata inflitta perché la ragazza nel luglio di tre anni fa, ad Oxford, ha ucciso un passante che si trovava in quel momento per strada. Quattro mesi prima, poi, come è successivamente emerso, la giovane britannica aveva ucciso e smembrato il gatto del vicino. Tutto ciò, sempre per la stessa “ossessione”. Tanto da essersi anche filmata mentre compiva il terribile atto.

“Voglio imparare come fare questo – ha poi raccontato – anche con una persona”. E così, purtroppo, è poi accaduto. Scarlet Blake ha avvicinato un ingegnere spagnolo di 30 anni, Jorge Martin Carreno, che stava tornando a casa da solo.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Lo ha condotto sulla riva di un fiume, il Cherwell, per poi colpirlo alla nuca con una bottiglia di vodka. L’uomo venne strangolato e poi buttato in acqua, dove annegò.

“La decisione di uccidere – ha scritto il giudice, dopo la sentenza – non è stata una reazione a qualcosa che lui aveva detto o fatto e neppure una decisione presa con rabbia. È arrivata al culmine di un piano studiato e messo a punto per mesi”.

La pubblicazione sul web dell’uccisione del gatto del vicino, invece, era avvenuta quattro mesi prima. La scena è stata interamente filmata, e nel sottofondo veniva riprodotta la canzone dei New Order True Faith, che secondo la Corte era un omaggio al documentario “Don’t F**k with Cats”. In questo era protagonista un uomo che uccide gatti ed un essere umano. L’ultimo atto della vicenda, negli ultimi tempi, con la conferma dell’ergastolo per la 26enne.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

News e Focus

Accoltella e uccide la moglie davanti a tutti: Maria muore a 52 anni

L’omicidio è avvenuto davanti a diversi testimoni oculari: i due avrebbero dovuto separarsi un giorno dopo

L’articolo Accoltella e uccide la moglie davanti a tutti: Maria muore a 52 anni proviene da TeleOne.

Published

on

La coppia si stava per separare, secondo quelle che sono state le ultime informazioni. Ma alla fine, nella provincia di Lucca, si è consumato un altro drammatico femminicidio. Un uomo di 55 anni, Vittorio Pescaglini, ha ucciso a coltellate Maria Ferreira (foto), la moglie di 52, per poi andare, a piedi, a costituirsi nella caserma dei carabinieri.

Tutto è accaduto a Fornaci di Barga, per strada. L’uomo ha raggiunto la donna in auto, è sceso e l’ha accoltellata. La donna era di origini sudamericane. I due avrebbero dovuto separarsi in Comune il giorno dopo.

I due si trovavano sul marciapiede di via Cesare Battisti, e sul posto allertati da alcuni testimoni oculari, è subito intervenuta una ambulanza ed è stato attivato anche l’elisoccorso.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

L’immediato soccorso, tuttavia, non è servito. La donna è deceduta poco dopo. L’uomo ha accoltellato la donna, che era appena uscita da un albergo che si trovava in zona, e lo ha fatto davanti a diversi testimoni. Ai militari l’uomo avrebbe detto che tra di loro era previsto un appuntamento, proprio alla vigilia della firma in Comune (a Fabbriche di Vergemoli) per la definitiva separazione.

L’uomo è stato arrestato, sequestrata l’arma del delitto, e ipotizzato il reato di “omicidio volontario premeditato”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Ventata dall’Atlantico, l’allerta maltempo è in 5 regioni: le previsioni

Da attendersi forti e diffuse precipitazioni fin dal mattino, comprese abbondanti nevicate a quote collinari

L’articolo Ventata dall’Atlantico, l’allerta maltempo è in 5 regioni: le previsioni proviene da TeleOne.

Published

on

Ha già investito l’Italia in diverse zone, ma si prepara ad un’entrata più “consistente”. Il maltempo si riporta sul nostro Paese, con un nuovo fronte perturbato dell’Atlantico.

Nelle prossime ore, dopo l’arrivo nelle zone settentrionali e occidentali, si espanderà anche alle regioni più a est. Da attendersi forti e diffuse precipitazioni fin dal mattino, comprese abbondanti nevicate a quote collinari.

Il Dipartimento della Protezione Civile, d’intesa con le regioni coinvolte, ha quindi emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse. Da oggi, lunedì, è allerta gialla su Liguria, basso Piemonte, Lombardia settentrionale, sulla Toscana occidentale e sui ampi settori dell’Emilia-Romagna centro-occidentale.

Gli ampi rovesci potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche, come indicate nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

In particolare attenzione per i temporali che colpiranno fin dalle prime ore del mattino Piemonte e Liguria, e che in seguito andranno a interessare Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana e Veneto. Tra i fenomeni attesi oltre le forti precipitazioni, anche possibili grandinate e forti raffiche di vento.

Nevicate, da moderate ad abbondanti, sono attese al di sopra dei 400-600 metri su Piemonte meridionale e il confinante entroterra ligure, al di sopra dei 600-800 metri sui restanti settori del Piemonte e su Lombardia, Provincia di Trento e Veneto.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading
Advertisement

I più cliccati