Connect with us

Sicilia

Ristoranti, yacht, convegni: nuovo look per il porto di Palermo

Ristoranti, attracco yacht, convegni: nuovo look per il porto di Palermo. Ecco cosa verrà realizzato entro il 2023

Published

on

Non sono progetti che restano soltanto sulla carta. Ma innovazioni che, per il porto di Palermo, “saranno realizzate – come assicura il presidente dell’autorità portuale Monti – in brevissimo tempo”.

Si tratta, entrando nel dettaglio, di nuovi ristoranti, attracchi per lussuosi yacht, centro convegni e percorso Unesco. Il porto di Palermo, insomma, si avvicina a grandi falcate verso una completa riorganizzazione degli spazi, allargando le braccia quasi a voler accogliere palermitani e turisti.

E i numeri parlano chiaro: Nel 2019, ultimo anno pre-Covid, sono transitati al porto di Palermo 501 mila crocieristi. Duecento attracchi. Nel 2022 ci saranno 302 attracchi, mentre il mezzo milione di passeggeri previsto, calcolato su un carico ridotto, in ottemperanza alle linee guida per il contenimento della pandemia, va ora rimodulato ed è destinato a crescere.

E’ stato lo stesso Pasqualino Monti, presidente dell’Autorità portuale del mare di Sicilia occidentale (Adsp), durante il suo intervento all’inaugurazione del cruise terminal – la nuova stazione marittima al porto di Palermo – a rivelare la realizzazione di servizi e opere che saranno realizzate nel giro di poco tempo.

“A giugno del 2023 – ha detto – inaugureremo 9500 metri quadrati di edifici, club house, tre ristoranti a bordo d’acqua, attracchi per lussuosi yacht, convention center da 250 posti, e 1600 metri quadrati destinati alle eccellenze siciliane. Il tutto attorno a un sito archeologico come il Castello a Mare, che non sarà più il parcheggio di un ristorante bensì un sito monumentale inserito nel percorso Unesco”.

Passi avanti che riguardano anche i lavori sul Trapezoidale. “Abbiamo inviato la manifestazione di interesse, e quindi la gara di appalto, per una ulteriore opera che mi vede commissario nominato dal presidente Mario Draghi e che è l’interfaccia porto-città. Anche questo sarà realtà. La costruzione e la realizzazione della nuova interfaccia sulla via Crispi, chiuderà, dopo soli cinque anni, il percorso di ricostruzione del porto di Palermo, in cui finora, tra opere ultimate e altre in corso, abbiamo investito oltre 600 milioni, parte integrante di quasi un miliardo nell’intero network”.

“Palermo – ha concluso Monti – deve giocare un ruolo da player primario nel trasporto europeo e internazionale di merci e passeggeri”.

Cronaca

Stupro Palermo, il verbale: “Lei ci ha provocato, io non ho fatto niente”

“Ero lì, l’hanno fatto i ragazzi. Io non stavo facendo assolutamente niente”: il racconto di uno dei giovani sulla violenza del Foro Italico

L’articolo Stupro Palermo, il verbale: “Lei ci ha provocato, io non ho fatto niente” proviene da TeleOne.

Published

on

“È successo che abbiamo fatto. Cioè l’hanno fatto, l’hanno fatto i ragazzi”. Queste le parole pronunciate al gip da Angelo FLores, il più grande dei sette ragazzi che sono stati accusati arrestati dopo lo stupro del luglio scorso al Foro Italico nei confronti della ragazza palermitana di 19 anni.

Il racconto del giovane è emerso dal verbale, uscito fuori a distanza di due mesi. Come tutti gli altri indagati, Flores ha più volte ribadito al giudice di non avere avuto rapporti con la vittima. Le indagini hanno, tuttavia, successivamente rivelato che è stato proprio lui a riprendere in un video fatto con lo smartphone la violenza sulla ragazza.

Al gip il ragazzo ha spiegato: “E’ successo che lo abbiamo fatto. Cioè, l’hanno fatto, l’hanno fatto i ragazzi. Io ero lì – era una delle risposte, che sono state riportate dall’agenzia ansa -, ma non stavo facendo assolutamente niente perché sinceramente ero sconvolto. Sette ragazzi sopra una ragazza, sinceramente poteva essere anche mia sorella”.

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

Secondo il racconto di Flores, la ragazza 19enne “li avrebbe provocati”, facendo poi anche i nomi degli altri ragazzi presenti. Sulla vicenda c’è, adesso, in programma un incidente probatorio, quando la vittima sarà ascoltata dal gip. L’udienza è in programma per il 3 ottobre prossimo.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Schianto in moto, muore a 22 anni ex calciatore del Catania

Il ragazzo, calciatore in forza anche a Paternò ed al Biancavilla, ha avuto un incidente nelle prime ore del giorno

L’articolo Schianto in moto, muore a 22 anni ex calciatore del Catania proviene da TeleOne.

Published

on

Manuel Puglisi, giovane di 22 anni, è morto all’alba di oggi in seguito ad un incidente stradale nel quartiere di San Cristoforo.

Il dramma si è consumato nella via Pulè. Il ragazzo, calciatore in forza anche a Paternò ed al Biancavilla, era cresciuto nelle giovanili del Catania. Si trovava quest’oggi a bordo di una moto di grossa cilindrata.

Per cause che si lavora per accertare il giovane ha perso il controllo del mezzo, e la chiamata al 112 è stata fatta dopo le quattro del mattino. Per Manuel non c’è stato nulla da fare. Momenti di tensione ci sarebbero stati dopo l’arrivo di amici e parenti sul luogo dell’incidente.

(www.teleone.it)

Continue Reading

News e Focus

Meteo Sicilia, dal caldo africano al crollo termico: arriva l’Italia “capovolta”

Meteo, sorpresa potrebbe arrivare la prossima settimana con un’Italia letteralmente “al contrario”

L’articolo Meteo Sicilia, dal caldo africano al crollo termico: arriva l’Italia “capovolta” proviene da TeleOne.

Published

on

Il calo termico è in arrivo. Entro il weekend, per buona parte dell’Italia l’estate sarà “affossata”, come fanno sapere gli esperti.

Sono due le perturbazioni in arrivo, e il calo delle temperature sarà di circa 8 gradi. In tale contesto, il centronord sarà colpito da piogge battenti.

Nelle prossime ore – spiegano da ilmeteo.it – un nucleo di aria instabile proveniente dalla Spagna porterà un primo peggioramento al Centronord con piovaschi ma anche temporali, specie dal pomeriggio sul settore occidentale.

Una seconda perturbazione, di origine atlantica e molto più intensa, scenderà poi dalla Scozia fino all’Italia: giovedì e venerdì sono previste piogge anche persistenti al Nord e su parte del Centro. Localmente qualche fenomeno raggiungerà anche il Sud. Il caldo africano invece resisterà in Sicilia e localmente in Puglia.

Da sabato tutta l’Italia vivrà condizioni autunnali, con un calo delle temperature diffuso, specie in Sicilia dove avremo un calo medio di 7-8 gradi, da 35°C a 27-28°C.

La sorpresa poi potrebbe arrivare la prossima settimana con un’Italia capovolta: al Sud insisteranno condizioni autunnali con piogge e possibili nubifragi, al Nord è invece previsto tempo stabile e sole.

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

Mercoledì 20. Al nord: peggiora dal pomeriggio dal Nord-Ovest verso il Triveneto. Al centro: peggiora in Toscana, in nottata pure su Umbria e Lazio. Al sud: in nottata piogge in Campania, stabile e caldo altrove.

Giovedì 21. Al nord: piogge sparse in un contesto simil-autunnale. Al centro: arrivano piogge diffuse, specie sulle tirreniche. Al sud: temporali in Campania, soleggiato su estremo sud con caldo africano.

Venerdì 22. Al nord: piogge anche forti in un contesto simil-autunnale. Al centro: piogge sparse localmente intense specie in Toscana. Al sud: nuvolosità variabile, ancora caldo in Sicilia. Tendenza: weekend di maltempo diffuso.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Quattro figli, a 68 anni corona il sogno di diventare prete: la storia, ad Adrano

“Prima di morire, come se fosse una battuta, mia moglie mi disse ‘quando io non ci sarò più, tu diventerai sacerdote'”

L’articolo Quattro figli, a 68 anni corona il sogno di diventare prete: la storia, ad Adrano proviene da TeleOne.

Published

on

Si chiama Alfio Caruso, ha 68 anni, 4 figli, 4 nipoti ed è vedovo da 4 anni. Fra alcune settimane, nella cattedrale di Catania, diventerà sacerdote. Per lui, il coronamento di un sogno. E si tratterà di una ordinazione speciale per “Alfredo” – come viene chiamato da tutti – perché è una persona molto conosciuta in città. Diacono da 23 anni, e per 38 anni è stato un impiegato del Comune di Adrano.

Diventerà prete a breve nonostante sia sposato con figli in quanto, come è previsto dal Codice di diritto canonico, anche i vedovi possono diventare sacerdoti. Grande gioia ed emozione per la comunità del Catanese. “In tanti – ha raccontato, come riporta il quotidiano La Sicilia – mi hanno manifestato il loro affetto quando ho reso nota la mia vocazione e non mi sorprendo tanto di questo perché è come se molti se lo aspettassero e per me è stata quasi una bella liberazione poter dire che diventerò sacerdote, d’altronde sono diacono da 23 anni”.

La via del sacerdozio uno sbocco naturale per il percorso di Alfredo, che era iniziato da ragazzo, quando era fidanzato con Rita – che poi diventerà sua moglie -, con la quale ha intrapreso il Cammino neocatecumenale, sino al dicembre del 2019, quando la donna ha perso la vita.

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

Rita ha svolto un ruolo fondamentale nella vita di Alfredo e lo ha sempre sostenuto nelle sue scelte, anche in quella che avrebbe preso dopo la sua morte. “Più volte mi ripeteva questa frase, come se fosse una battuta “quando io non ci sarò più, tu diventerai sacerdote”. E così è accaduto, come racconta il quotidiano.

“L’ordinazione sacerdotale di Caruso rappresenta un motivo di speranza e di fiducia per tutta la chiesa adranita. L’Amministrazione comunale parteciperà – ha annunciato il sindaco di Adrano, Fabio Mancuso – alla messa di ordinazione a Catania il 7 ottobre”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading
Advertisement

I più cliccati