Connect with us

Cronaca

Festival vulcani Etna, a Trecastagni al via la seconda edizione

È stata presentata a Trecastagni, alle falde dell’Etna, la seconda edizione del Festival Vulcani Etna, l’unico in Italia completamente dedicato al mondo, affascinante e inquietante allo stesso tempo, dei vulcani della Terra. La manifestazione è stata lanciata con un concerto dedicato alle vibranti sonate di Beethoven, eseguite dal pianista Oliver Kern, accompagnate da immagini “esplosive” […]

L’articolo Festival vulcani Etna, a Trecastagni al via la seconda edizione proviene da TeleOne.

Published

on

È stata presentata a Trecastagni, alle falde dell’Etna, la seconda edizione del Festival Vulcani Etna, l’unico in Italia completamente dedicato al mondo, affascinante e inquietante allo stesso tempo, dei vulcani della Terra.

La manifestazione è stata lanciata con un concerto dedicato alle vibranti sonate di Beethoven, eseguite dal pianista Oliver Kern, accompagnate da immagini “esplosive” firmate dal video maker Giuseppe Distefano.
Un progetto voluto dalla Fondazione Trecastagni Patrimonio dell’Etna, guidata da Giovanni Barbagallo, e curato dal Direttore del Festival, Giuseppe Riggio.

“Il festival dei vulcani affronterà i grandi temi dell’attualità vulcanologica, con la presenza di docenti universitari, scienziati, autori di documentari e video, poeti, attori, guide ambientalistiche ed escursionisti”, ha sottolineato il Presidente della Fondazione, Giovanni Barbagallo che ha ringraziato in particolare, il direttore del Festival, Giuseppe Riggio, “per la sua infinita passione per l’Etna”.

Ad anticipare alcune chicche del programma ci pensa lo stesso Giuseppe Riggio:
“Il progetto è nato nel momento in cui ci siamo convinti che crateri, colate e le vite degli uomini collegate a questi ambienti fuori dal comune meritassero una manifestazione a loro completamente dedicata. E ovviamente non c’è posto migliore, in Italia e in Europa, dell’Etna per trattare questi argomenti. Ecco perché abbiamo deciso, con la Fondazione Trecastagni patrimonio dell’Etna di scommettere su questa manifestazione, che si svolgerà per il secondo anno nel centro storico di Trecastagni, dal 21 al 23 giugno”.
I territori vulcanici sono l’oggetto esclusivo della manifestazione, ma non solo per quanto riguarda gli aspetti strettamente vulcanologici (che pure saranno presenti con la garanzia del patrocinio conferito dall’INGV e la presenza di docenti dell’Università di Catania), ma anche in riferimento al variegato mondo delle attività che si svolgono in territori apparentemente ostili.

Sabato 22 giugno, sarà presente a Trecastagni, Mauro Di Vito, ospite d’eccezione del Festival, direttore dell’Osservatorio Vesuviano INGV, lo scienziato che in questi mesi viene continuamente interrogato sulla possibilità di prevedere per tempo possibili risvegli dei temuti, e sempre più tellurici, Campi Flegrei.
Ma anche l’Etna, dove il vulcano attraversa una fase di relativa calma, non mancano certo temi “caldi” su cui interrogarsi, a partire dai cambiamenti significativi che stanno avvenendo nella professione di guida. Una nutrita schiera di giovani sta entrando in questa professione che un tempo forniva ai suoi pochi praticanti fama internazionale. Giuseppe Distefano, bravissimo e acuto video maker, fornirà un suo contributo su questo delicato tema, e questo mini-documentario inedito sarà al centro della serata di venerdì 21. Ma la comunità internazionale che segue le turbolenze dei vulcani del nostro pianeta è attratta da mesi anche dalla sequenza delle eruzioni in Islanda. Una cittadina è stata recentemente parzialmente raggiunta dalle colate e una lunga fenditura si è più volte riattivata a pochi chilometri dalla famosa Laguna Blu.

Anche di questo si parlerà al Festival Vulcani Etna 2024 grazie a Marco Di Marco, giornalista e guida catanese che da anni risiede a Reykjavik e che manderà un video appositamente realizzato sul campo lavico, cui seguirà un recital dedicato invece agli “Innamorati dell’Etna”: i viaggiatori che ne hanno descritto il fascino speciale.

Ma c’è molto altro ancora nel contenitore del Festival, che da quest’anno guarda anche all’enologia con un seminario dedicato alle terre vulcaniche e degustazioni comparate fra Etna e Campi Flegrei curato da ONAV e Tenute Nicosia, ma anche al modo in cui il cinema ha raccontato i vulcani siciliani.
Partner della manifestazione sono INGV, Presidenza Assemblea Regionale Siciliana, Regione Siciliana Assessorato Turismo, Comune di Trecastagni, Tenute Nicosia, Federescursionismo Sicilia, Associazione Etnaviva.

(www.teleone.it)

Cronaca

Contro la siccità a disposizione 1,2 miliardi, Musumeci: “Usato solo il 30 per cento”

Contro la siccità “abbiamo messo a disposizione 1,2 miliardi per le regioni: 400 milioni per progetti già in essere e 800 milioni per nuove iniziative. Il ministro Fitto mi dice che solo circa il 30% risulta essere stato finora utilizzato. Bisogna concludere entro giugno 2026.Mi auguro che il dato non sia aggiornato o che ci […]

L’articolo Contro la siccità a disposizione 1,2 miliardi, Musumeci: “Usato solo il 30 per cento” proviene da TeleOne.

Published

on

Contro la siccità “abbiamo messo a disposizione 1,2 miliardi per le regioni: 400 milioni per progetti già in essere e 800 milioni per nuove iniziative. Il ministro Fitto mi dice che solo circa il 30% risulta essere stato finora utilizzato. Bisogna concludere entro giugno 2026.
Mi auguro che il dato non sia aggiornato o che ci sia un arretrato sul quale le regioni sapranno lavorare con grande impegno per recuperare il tempo perduto”.

Lo ha detto il ministro per la Protezione Civile, Nello Musumeci, durante la conferenza di presentazione del nuovo capo Dipartimento, Fabio Ciciliano.

“Abbiamo elaborato 500 interventi – ha aggiunto – per un piano che si dovrebbe realizzare in 10 anni. Si tratta di miliardi e miliardi di euro. Dalla sola Sicilia sono arrivate 52 proposte.
Basti pensare che in italia non si fanno dighe da 40 anni”.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

“C’è bisogno poi della riqualificazione della rete urbana di distribuzione, anche se l’anello più debole è quello della cultura dell’approccio all’uso dell’acqua per evitare gli sprechi – ha spiegato Musumeci -. Cominciamo a pensare all’acqua di mare e alle acque reflue. In alcune parti si stanno già realizzando strutture in questo senso. Si tratta di un processo lungo ma questo governo la strada l’ha già imboccata. Dobbiamo dotare il territorio delle necessarie infrastrutture. La cabina di regia lavora con grande impegno e speriamo che continuino ad arrivar dalle regioni i risultati sperati”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Siccità e crisi in Sicilia: l’isola finisce sul New York times: “Come dune nel deserto”

“Cittadini e paesaggi stanno attraversando una delle peggiori siccità degli ultimi decenni”: ecco cosa scrivono gli statunitensi

L’articolo Siccità e crisi in Sicilia: l’isola finisce sul New York times: “Come dune nel deserto” proviene da TeleOne.

Published

on

La siccità in Sicilia fa notizia anche oltreoceano. Il New York Times ha dedicato un articolo al fenomeno e ai suoi effetti su agricoltura e turismo. “Dopo aver perso i raccolti a causa della siccità, la Sicilia teme di perdere anche il turismo“, scrive il quotidiano statunitense.

“Parti dell’Italia meridionale e altri paesi della regione – aggiunge l’articolo – stanno attraversando una delle peggiori siccità degli ultimi decenni. Le autorità dicono che stanno lavorando per salvare almeno il turismo”. Il quotidiano racconta la storia di un allevatore nella Sicilia meridionale, Lorenzo Iraci Sareri, tra “pendii così bruciati da somigliare a dune del deserto”.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Mentre i turisti gustano granite sotto gli alberi e nuotano nel Mar Mediterraneo, nei terreni agricoli della Sicilia meridionale, lui osserva le sue mucche dirigersi al macello perché, dopo mesi di siccità, non ha né acqua né cibo da dare loro. “E’ devastante”, afferma Iraci Sareri, in lacrime. “Non ho mai visto una cosa del genere”, aggiunge.

Parti dell’Italia meridionale e altre regioni del Mediterraneo, tra cui la Grecia e la Spagna sudorientale, spiega il quotidiano statunitense, stanno attraversando una delle peggiori siccità degli ultimi decenni. E’ particolarmente devastante, dicono gli esperti citati dal NYT, perché la mancanza di precipitazioni è stata aggravata da temperature più elevate causate dal cambiamento climatico.

Nel suo racconto sulla siccità in Sicilia, infine, il New York Times cita anche il lago Pergusa, nell’area centrale dell’Isola e parte di una riserva naturale, che ora – secondo il quotidiano – somiglia a un “cratere pallido e asciutto”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Calici di stelle, a Casteldaccia “discovery” Duca di Salaparuta

Una serata da ricordare tra eccellenze gastronomiche, musica e arte. Questo e tanto altro in programma per Calici di Stelle 2024, l’atteso evento promosso da MTV (Movimento Turismo del Vino) che – come di consueto – andrà in scena alle Cantine di Casteldaccia.  Sabato 10 agosto, sotto un meraviglioso cielo stellato, Duca di Salaparuta sceglie, dunque, di festeggiare lo storico traguardo […]

L’articolo Calici di stelle, a Casteldaccia “discovery” Duca di Salaparuta proviene da TeleOne.

Published

on

Una serata da ricordare tra eccellenze gastronomiche, musica e arte. Questo e tanto altro in programma per Calici di Stelle 2024, l’atteso evento promosso da MTV (Movimento Turismo del Vino) che – come di consueto – andrà in scena alle Cantine di Casteldaccia. 

Sabato 10 agosto, sotto un meraviglioso cielo stellato, Duca di Salaparuta sceglie, dunque, di festeggiare lo storico traguardo delle 200 vendemmie, riconnettendosi ai valori di un territorio immaginifico e ricco di contrasti attraverso l’arte, la cultura e la bellezza di un paesaggio che non si ferma – dunque – ad un semplice calice.

Si comincerà alle ore 19:00 con la visita guidata in Cantina e una mostra multimediale per raccontare il nuovo progetto eno-culturale, che valorizza le radici tra AspraCasteldacciaMongerbino e Bagheria: la città dove tutto ebbe inizio. A partire dalle ore 20:30, tante sorprese, suggestioni e storie accoglieranno i winelover nei giardini mediterranei dove si apriranno le “armonie eno-gastronomiche” tra banchi d’assaggio ed eccellenze gourmet tipiche, accuratamente selezionate da Slow Food.

Un dialogo che si arricchirà, quest’anno, delle performance musicali del Gruppo GiuliaJazzBand Quintetto e della Dj Naua, in uno degli angoli più ricchi di “contrasti” di questa terra meravigliosa.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

“Da anni anche per noi il 10 agosto fa rima con enoturismo, e quindi con Calici di Stelle – sottolinea il Direttore di Duca di Salaparuta, Roberto Magnisi . Un’esperienza che coinvolge più sensi, e al contempo un’occasione speciale per raccontare e valorizzare un sogno diventato realtà, in un palcoscenico d’eccellenza tra arte, cultura ed enogastronomia. Nell’anno delle 200 vendemmie protagonisti non solo le nostre etichette ma la bellezza di una terra iconica che vogliamo abbracciare anima e corpo, donandole immaginazione e nuovi confini”.

L’appuntamento di Calici di Stelle costituisce, oltre che una “festa del vino”, un vero e proprio inno a scorci e memorie che rivivono lungo la costa nord-occidentale di un’isola straordinaria e che vede nell’audacia della famiglia Alliata il suo cuore pulsante.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Palermo, sparatoria notturna contro magazzino allo Zen 2

Una decina di colpi d’arma da fuoco contro una saracinesca: la polizia indaga sul caso

L’articolo Palermo, sparatoria notturna contro magazzino allo Zen 2 proviene da TeleOne.

Published

on

Paura nella notte a Palermo: una decina di colpi d’arma da fuoco sono stati sparati contro la saracinesca di un magazzino in via Paavo Nurmi, nel quartiere Zen 2.

Gli agenti della polizia, intervenuti sul luogo, hanno trovato diversi bossoli per terra e numerosi fori provocati dalle pallottole.

Le indagini sull’incidente sono attualmente in corso, come si legge su blogsicilia, e sono condotte dalla squadra mobile. Un uomo di 35 anni, che sembra essere l’utilizzatore del magazzino, è stato interrogato dagli inquirenti per raccogliere ulteriori informazioni sull’accaduto.

Le forze dell’ordine stanno cercando di ricostruire la dinamica e le motivazioni dietro questa sparatoria.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading
Advertisement

I più cliccati