Connect with us

Cronaca

Mimmo Cuticchio porta in scena a Palermo la storia di Santa Rosalia

Storia di Santa Rosalia è realizzato con 105 pupi e con le musiche tradizionali del piano a cilindro: tezza replica a settembre

L’articolo Mimmo Cuticchio porta in scena a Palermo la storia di Santa Rosalia proviene da TeleOne.

Published

on

Continua con il grande Maestro Mimmo Cuticchio, protagonista della tradizione dei pupari e cuntisti siciliani, Rosalia400, il progetto culturale della Fondazione Sicilia dedicato alla ricorrenza giubilare dei 400 anni della Santa Patrona di Palermo.

Per l’occasione, il Maestro Cuticchio ricostruisce e rimette in scena la storia della vita di Santa Rosalia sull’antica sceneggiatura dell’opera del teatro dei pupi del padre Giacomo. Lo spettacolo, Storia di Santa Rosalia è realizzato con 105 pupi e con le musiche tradizionali del piano a cilindro, e sarà presentato per la prima volta al pubblico domani, venerdì 12, e sabato 13 luglio alle ore 18.30, presso il Teatro dei Pupi, Via Bara all’OIivella, – ingresso gratuito solo su prenotazione 091-323400 – fino ad esaurimento posti.

Nel giorno di Santa Rosalia, il 4 settembre, è in programma la terza replica, come ulteriore omaggio alla Santa e al suo culto.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

“Ancora una volta – afferma la presidente della Fondazione Sicilia, Maria Concetta Di Natale – l’arte preziosa del maestro Mimmo Cuticchio si intreccia con le attività della Fondazione Sicilia. In questo anniversario importante, il racconto ruoterà attorno alla storia della Patrona di Palermo e alla devozione che si tramanda nei secoli. Il cunto, una delle forme più antiche di narrazione popolare, con tutta la magia dei pupi e delle scenografie, saprà amalgamare arte e tradizione in uno spettacolo indimenticabile, che la Fondazione è lieta di sostenere nell’ambito del progetto Rosalia 400”.

L’iniziativa rientra nelle attività di disseminazione previste dal progetto europeo CHANGES: Cultural Heritage Active Innovation for Next-Gen Sustainable Society PNRR (2023-2025), che sostiene Rosalia400 con la Direzione artistica di Laura Barreca, e promuove la valorizzazione del patrimonio culturale, materiale e immateriale della Città di Palermo e della Fondazione Sicilia con iniziative partecipative e inclusive, strategie di turismo sostenibile e di valorizzazione del patrimonio culturale. A Ruggero il Normanno appare in sogno la Madonna che gli ricorda che la Sicilia è dominata dagli Arabi. Ruggero arma il suo esercito e parte per liberare l’isola.

Lo segue il fratello, Roberto il Guiscardo, signore di Puglia e di Calabria. Dopo anni di duelli e battaglie gli Arabi vengono scacciati e Ruggero viene eletto primo Re di Sicilia. Nel frattempo, la sorella Maria sposa un nobile siciliano, il conte Sinibaldi, e i due hanno una figlia che chiamano Rosalia. Quando anni dopo il giovane Baldovino, durante una tenuta di caccia, salva Re Ruggero da un terribile serpente, riceve la promessa che potrà sposare la nipote Rosalia.

Ma lei, essendo molto devota a Gesù, non si sente pronta per il matrimonio. Rosalia fugge e si ritira in eremitaggio. Sarà proclamata Santa quattrocento anni dopo, quando l’apparizione della sua immagine e il ritrovamento delle sue ossa salveranno la città di Palermo dalla peste.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Cronaca

Contro la siccità a disposizione 1,2 miliardi, Musumeci: “Usato solo il 30 per cento”

Contro la siccità “abbiamo messo a disposizione 1,2 miliardi per le regioni: 400 milioni per progetti già in essere e 800 milioni per nuove iniziative. Il ministro Fitto mi dice che solo circa il 30% risulta essere stato finora utilizzato. Bisogna concludere entro giugno 2026.Mi auguro che il dato non sia aggiornato o che ci […]

L’articolo Contro la siccità a disposizione 1,2 miliardi, Musumeci: “Usato solo il 30 per cento” proviene da TeleOne.

Published

on

Contro la siccità “abbiamo messo a disposizione 1,2 miliardi per le regioni: 400 milioni per progetti già in essere e 800 milioni per nuove iniziative. Il ministro Fitto mi dice che solo circa il 30% risulta essere stato finora utilizzato. Bisogna concludere entro giugno 2026.
Mi auguro che il dato non sia aggiornato o che ci sia un arretrato sul quale le regioni sapranno lavorare con grande impegno per recuperare il tempo perduto”.

Lo ha detto il ministro per la Protezione Civile, Nello Musumeci, durante la conferenza di presentazione del nuovo capo Dipartimento, Fabio Ciciliano.

“Abbiamo elaborato 500 interventi – ha aggiunto – per un piano che si dovrebbe realizzare in 10 anni. Si tratta di miliardi e miliardi di euro. Dalla sola Sicilia sono arrivate 52 proposte.
Basti pensare che in italia non si fanno dighe da 40 anni”.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

“C’è bisogno poi della riqualificazione della rete urbana di distribuzione, anche se l’anello più debole è quello della cultura dell’approccio all’uso dell’acqua per evitare gli sprechi – ha spiegato Musumeci -. Cominciamo a pensare all’acqua di mare e alle acque reflue. In alcune parti si stanno già realizzando strutture in questo senso. Si tratta di un processo lungo ma questo governo la strada l’ha già imboccata. Dobbiamo dotare il territorio delle necessarie infrastrutture. La cabina di regia lavora con grande impegno e speriamo che continuino ad arrivar dalle regioni i risultati sperati”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Siccità e crisi in Sicilia: l’isola finisce sul New York times: “Come dune nel deserto”

“Cittadini e paesaggi stanno attraversando una delle peggiori siccità degli ultimi decenni”: ecco cosa scrivono gli statunitensi

L’articolo Siccità e crisi in Sicilia: l’isola finisce sul New York times: “Come dune nel deserto” proviene da TeleOne.

Published

on

La siccità in Sicilia fa notizia anche oltreoceano. Il New York Times ha dedicato un articolo al fenomeno e ai suoi effetti su agricoltura e turismo. “Dopo aver perso i raccolti a causa della siccità, la Sicilia teme di perdere anche il turismo“, scrive il quotidiano statunitense.

“Parti dell’Italia meridionale e altri paesi della regione – aggiunge l’articolo – stanno attraversando una delle peggiori siccità degli ultimi decenni. Le autorità dicono che stanno lavorando per salvare almeno il turismo”. Il quotidiano racconta la storia di un allevatore nella Sicilia meridionale, Lorenzo Iraci Sareri, tra “pendii così bruciati da somigliare a dune del deserto”.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Mentre i turisti gustano granite sotto gli alberi e nuotano nel Mar Mediterraneo, nei terreni agricoli della Sicilia meridionale, lui osserva le sue mucche dirigersi al macello perché, dopo mesi di siccità, non ha né acqua né cibo da dare loro. “E’ devastante”, afferma Iraci Sareri, in lacrime. “Non ho mai visto una cosa del genere”, aggiunge.

Parti dell’Italia meridionale e altre regioni del Mediterraneo, tra cui la Grecia e la Spagna sudorientale, spiega il quotidiano statunitense, stanno attraversando una delle peggiori siccità degli ultimi decenni. E’ particolarmente devastante, dicono gli esperti citati dal NYT, perché la mancanza di precipitazioni è stata aggravata da temperature più elevate causate dal cambiamento climatico.

Nel suo racconto sulla siccità in Sicilia, infine, il New York Times cita anche il lago Pergusa, nell’area centrale dell’Isola e parte di una riserva naturale, che ora – secondo il quotidiano – somiglia a un “cratere pallido e asciutto”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Calici di stelle, a Casteldaccia “discovery” Duca di Salaparuta

Una serata da ricordare tra eccellenze gastronomiche, musica e arte. Questo e tanto altro in programma per Calici di Stelle 2024, l’atteso evento promosso da MTV (Movimento Turismo del Vino) che – come di consueto – andrà in scena alle Cantine di Casteldaccia.  Sabato 10 agosto, sotto un meraviglioso cielo stellato, Duca di Salaparuta sceglie, dunque, di festeggiare lo storico traguardo […]

L’articolo Calici di stelle, a Casteldaccia “discovery” Duca di Salaparuta proviene da TeleOne.

Published

on

Una serata da ricordare tra eccellenze gastronomiche, musica e arte. Questo e tanto altro in programma per Calici di Stelle 2024, l’atteso evento promosso da MTV (Movimento Turismo del Vino) che – come di consueto – andrà in scena alle Cantine di Casteldaccia. 

Sabato 10 agosto, sotto un meraviglioso cielo stellato, Duca di Salaparuta sceglie, dunque, di festeggiare lo storico traguardo delle 200 vendemmie, riconnettendosi ai valori di un territorio immaginifico e ricco di contrasti attraverso l’arte, la cultura e la bellezza di un paesaggio che non si ferma – dunque – ad un semplice calice.

Si comincerà alle ore 19:00 con la visita guidata in Cantina e una mostra multimediale per raccontare il nuovo progetto eno-culturale, che valorizza le radici tra AspraCasteldacciaMongerbino e Bagheria: la città dove tutto ebbe inizio. A partire dalle ore 20:30, tante sorprese, suggestioni e storie accoglieranno i winelover nei giardini mediterranei dove si apriranno le “armonie eno-gastronomiche” tra banchi d’assaggio ed eccellenze gourmet tipiche, accuratamente selezionate da Slow Food.

Un dialogo che si arricchirà, quest’anno, delle performance musicali del Gruppo GiuliaJazzBand Quintetto e della Dj Naua, in uno degli angoli più ricchi di “contrasti” di questa terra meravigliosa.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

“Da anni anche per noi il 10 agosto fa rima con enoturismo, e quindi con Calici di Stelle – sottolinea il Direttore di Duca di Salaparuta, Roberto Magnisi . Un’esperienza che coinvolge più sensi, e al contempo un’occasione speciale per raccontare e valorizzare un sogno diventato realtà, in un palcoscenico d’eccellenza tra arte, cultura ed enogastronomia. Nell’anno delle 200 vendemmie protagonisti non solo le nostre etichette ma la bellezza di una terra iconica che vogliamo abbracciare anima e corpo, donandole immaginazione e nuovi confini”.

L’appuntamento di Calici di Stelle costituisce, oltre che una “festa del vino”, un vero e proprio inno a scorci e memorie che rivivono lungo la costa nord-occidentale di un’isola straordinaria e che vede nell’audacia della famiglia Alliata il suo cuore pulsante.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Palermo, sparatoria notturna contro magazzino allo Zen 2

Una decina di colpi d’arma da fuoco contro una saracinesca: la polizia indaga sul caso

L’articolo Palermo, sparatoria notturna contro magazzino allo Zen 2 proviene da TeleOne.

Published

on

Paura nella notte a Palermo: una decina di colpi d’arma da fuoco sono stati sparati contro la saracinesca di un magazzino in via Paavo Nurmi, nel quartiere Zen 2.

Gli agenti della polizia, intervenuti sul luogo, hanno trovato diversi bossoli per terra e numerosi fori provocati dalle pallottole.

Le indagini sull’incidente sono attualmente in corso, come si legge su blogsicilia, e sono condotte dalla squadra mobile. Un uomo di 35 anni, che sembra essere l’utilizzatore del magazzino, è stato interrogato dagli inquirenti per raccogliere ulteriori informazioni sull’accaduto.

Le forze dell’ordine stanno cercando di ricostruire la dinamica e le motivazioni dietro questa sparatoria.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading
Advertisement

I più cliccati