Radiazioni a Chernobyl: “Soldati russi trasportati d’urgenza in clinica in Bielorussia”

Radiazioni a Chernobyl: “Soldati russi trasportati d’urgenza in clinica in Bielorussia”

31/03/2022 Off Di redazione

Le truppe russe che hanno lasciato il sito nucleare di Chernobyl vengono portate d’urgenza ,attraverso il confine, in una struttura medica speciale in Bielorussia a causa di disturbi vari, si parla di “sindrome acuta da radiazioni”, come è trapelato nelle ultime ore.

I capi dell’intelligence statunitense hanno confermato che le forze di Vladimir Putin hanno iniziato a ritirarsi dalla regione intorno alla struttura, dopo l’impegno del Cremlino di ridurre gli attacchi.

Tuttavia, un dipendente dell’agenzia statale ucraina che sovrintende alla zona di esclusione ha affermato che i soldati russi “irraggiati” venivano trasportati dal carico dell’autobus in una clinica a Gomel per essere curati.

Yaroslav Yemelianenko ha scritto su Facebook: “Un altro gruppo di russi irradiati che hanno agito nella zona di Chernobyl è stato portato oggi al Centro di medicina delle radiazioni bielorusso, a Gomel. Ci ​​sono regole per affrontare quest’area. Sono obbligatori perché la radiazione è fisica: funziona indipendentemente dallo stato o dagli spallacci”.

“Con una minima “intelligenza” al comando o nei soldati, queste conseguenze – si conclude così il messaggio – avrebbero potuto essere evitate”.