Connect with us

Sport

Rino Foschi: “Mio ritorno a Palermo? Con me Fabio Grosso… Tifosi, occhio ai playoff” – VIDEO

Le parole dell’ex ds rosanero a Goal Inside: “Sampdoria? Occhio, nei playoff può succedere davvero di tutto”

L’articolo Rino Foschi: “Mio ritorno a Palermo? Con me Fabio Grosso… Tifosi, occhio ai playoff” – VIDEO proviene da TeleOne.

Published

on

“Ogni volta che me lo chiedete… ci sto male: tornerei a Palermo anche immediatamente. Adoro la città, lì avrei voluto prender casa e passare la vecchiaia. Sfido chiunque a “resistere”, e ce lo siamo detti qualche tempo fa anche con Perinetti. Chi non lavorerebbe a Palermo? Soltanto un pazzo. Ma è necessario lavorare bene. Nella quinta città d’Italia si sta bene, clima splendido, ottimo cibo, sicuramente il posto più bello per fare il direttore sportivo”.

Batte ancora forte il cuore dell’ex ds Rino Foschi per i colori rosanero e per la città di Palermo. Intervistato nel corso di Goal Inside, format settimanale sportivo di Tele One – in onda ogni lunedì alle 14.40, dopo il tg – l’ex dirigente ha analizzato l’attuale situazione della squadra di Mignani, che venerdì farà il proprio esordio nei playoff per la promozione in Serie A.

“Chi porterei con me, a Palermo? Il mio gruppo di lavoro e Grosso come allenatore. Ogni tanto – rivela l’ex ds – ci parlo, con Fabio mi sento e lui, di Palermo, è più innamorato di me… Con il mio gruppo di lavoro ci diciamo spesso “che sogno che sarebbe…”.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

L’analisi di Foschi parte dalla crisi che ha colpito la squadra prima guidata da Corini, dopo il pareggio esterno sul campo della Cremonese (2-2 con rimonta grigiorossa). “Veramente difficile – ha spiegato Foschi – capire cosa sia successo dopo la partita di Cremona. A volte un singolo evento, in un determinata partita, ha conseguenze inspiegabili. Bisogna considerare che il Palermo ha avuto momenti buoni e meno buoni, si è cambiato per un determinato motivo anche l’allenatore, ma adesso l’importante è pensare alla partita di venerdì”.

“Contro la Sampdoria sarà una sfida difficile. Bisogna avere fiducia, e fondamentale sarà – prosegue l’ex ds – il supporto del pubblico di Palermo, che rappresenta realmente il classico 12esimo uomo in campo. Attenzione, nei playoff potrebbe davvero succedere di tutto, e specialmente in una città come Palermo ogni sorpresa è dietro l’angolo…”.

A proposito delle aspettative d’inizio campionato, Foschi ha evidenziato che “c’erano squadre molto forti, come Sampdoria o Parma, ma qualcosa in più dal Palermo mi sarei certamente aspettato. Credevo che fino alla fine, per l’organico costruito, la società avrebbe lottato per un piazzamento intorno al terzo posto”.

“Sento ancora oggi, e spesso, i tifosi palermitani. L’ultimo anno in cui ho fatto il presidente – ha concluso Rino Foschi – ho avuto la sfortuna di avere allo stadio poche migliaia di paganti. E’ questo uno dei rimpianti più grandi, quando poi ci estromisero dai playoff. Ma oggi il pubblico del Palermo fa la differenza. Contro la Samp, se saremo 20mila o più allo stadio, saranno loro a far la differenza”.

GOAL INSIDE con Rino Foschi: “Tornassi a Palermo, Grosso il mio tecnico: ne abbiamo parlato…” (youtube.com)

GOAL INSIDE, il video integrale dell’ultima puntata con Enzo Bonsangue, Roberta Giuffrè e Mirko Valenti

[embedded content]

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Multimedia

Tifosi della Scozia, il kilt e… genitali in diretta tv: imbarazzo a Euro 2024 – VIDEO

Un episodio cattura l’attenzione durante una diretta televisiva da Monaco: in evidenza anche spirito festoso e multiculturalismo

L’articolo Tifosi della Scozia, il kilt e… genitali in diretta tv: imbarazzo a Euro 2024 – VIDEO proviene da TeleOne.

Published

on

Momenti di grande imbarazzo durante una diretta televisiva di Welt TV a Monaco, in occasione della partita inaugurale degli Europei di calcio 2024 tra Germania e Scozia.

Giovedì sera, intorno alle 20, un tifoso scozzese ha sollevato il kilt di un altro uomo, rivelando i suoi genitali agli spettatori. L’uomo, che indossava una maglia della Germania, ha lasciato interdetti gli spettatori e il presentatore, Steffen Schwarzkopf, caporedattore di Welt TV.

Il gruppo di tifosi ha anche apposto un adesivo su Schwarzkopf e il presentatore ha cercato di sdrammatizzare: “Davvero, davvero tradizionale, direi. Non mi riferisco solo alle loro maglie da calcio, ma naturalmente anche ai kilt che si indossano qui. Sicuramente ne fa parte anche la birra”.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Un fan ha poi tirato su il kilt, esponendo i genitali dell’uomo. Schwarzkopf ha esclamato: “Oh mio Dio”, commentando successivamente che il mix di maglia tedesca e kilt scozzese “mostra l’atmosfera che c’è qui ed è, alla fine, una pura pubblicità per la Germania”.

L’episodio, sebbene imbarazzante, ha evidenziato lo spirito festoso e il multiculturalismo presenti all’evento sportivo. Ecco il video, tratto da X:

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Sport

Europei, azzurri esordio ok, Spalletti “guarda” alla Spagna: “Sarà tutt’altra storia”

“I ragazzi hanno dimostrato carattere e unità. Il gruppo è molto solido, giovedì sarà tutt’altra storia…”

L’articolo Europei, azzurri esordio ok, Spalletti “guarda” alla Spagna: “Sarà tutt’altra storia” proviene da TeleOne.

Published

on

Si presenta visibilmente soddisfatto, Luciano Spalletti, dopo la vittoria dell’Italia per 2-1 contro l’Albania. “I ragazzi sono stati bravi, anche quando abbiamo subito il gol non hanno rimarcato l’errore del compagno. Questo dimostra il carattere e la forza del gruppo”, ha dichiarato.

Il tecnico ha sottolineato come i suoi giocatori abbiano mostrato unità e spirito di squadra, sia nel successo quanto nelle difficoltà. “Subire gol così può capitare perché dobbiamo apprezzare la giocata cercata. È ovvio che quando ci nasce un dubbio non dobbiamo rischiare”, ha aggiunto il mister. “Il divario lo abbiamo creato noi, e ovviamente per quello che abbiamo visto è poco”, ha proseguito Spalletti, lodando la capacità della squadra di non andare mai in affanno.

“Anche il fatto di provare a giocare su quella rimessa lo ha dimostrato. I passaggi continui sembrano inutili, ma poi creano lo spazio per fare male. L’importante è giocare bene perché questo serve per arrivare in alto”.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Riconoscendo la necessità di ulteriori miglioramenti, soprattutto nel primo tempo, Spalletti ha evidenziato la necessità di trovare soluzioni per colmare le differenze con le squadre più forti. “A noi serve solo il gioco per colmare queste differenze. Questa è la strada corretta per arrivare a sognare qualcosa di grande”, ha concluso.

Il tecnico ha elogiato Barella, definendolo “quello che prende in mano la squadra e la fa girare”, e ha rivolto lo sguardo alla prossima sfida contro la Spagna, prevedendo una partita diversa e più impegnativa, ma piena di opportunità per la squadra azzurra. “Sarà una partita tutta nuova e nulla sarà uguale a questa”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

News e Focus

Tensione a Dortmund: bombe carta e coltelli, fermati 50 tifosi italiani

Il fermo della polizia di numerosi supporter italiani bloccati dalla polizia con oggetti pericolosi

L’articolo Tensione a Dortmund: bombe carta e coltelli, fermati 50 tifosi italiani proviene da TeleOne.

Published

on

Poco prima della gara d’esordio agli Europei tra Italia e Albania, in programma questa sera, circa 50 tifosi italiani sono stati fermati preventivamente dalla polizia. Secondo le informazioni raccolte, il gruppo di supporter è stato intercettato nelle vicinanze di un ristorante, prima di entrare in contatto con altri tifosi albanesi.

Durante il fermo, la polizia ha scoperto che i tifosi erano in possesso di oggetti atti a offendere, tra cui coltelli, bombe carta e passamontagna. I soggetti coinvolti saranno trattenuti negli uffici della polizia locale per un massimo di 24 ore, in attesa di una valutazione da parte della magistratura.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

L’intervento delle forze dell’ordine è stato decisivo per prevenire possibili scontri tra le due tifoserie, garantendo così la sicurezza pubblica in una serata ad alta tensione.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Sport

Palermo, tornano Saric e Damiani: mirino su un nuovo centrocampista

I nuovi dirigenti ricerca del nuovo mediano ideale, e poi c’è anche il rebus dei portieri

L’articolo Palermo, tornano Saric e Damiani: mirino su un nuovo centrocampista proviene da TeleOne.

Published

on

Il mercato aprirà ufficialmente fra qualche settimana, ma per il Palermo, dopo l’arrivo di De Sanctis e Dionisi, il tempo delle analisi è già iniziato. Secondo i rumors delle ultime ore, il centrocampo del futuro è già sulla scrivania del nuovo ds rosanero. Si cerca un mediano di qualità, in attesa di sciogliere diversi nodi riguardanti altri elementi dell’organico.

Fra le tante, c’è la questione Stulac, giocatore che sarebbe nel mirino della Sampdoria, e il cui futuro in Sicilia è incerto. Il centrocampista è stato già allenato dal nuovo tecnico Dionisi, ai tempi dell’esperienza ad Empoli, ma si fanno già altri nomi. Uno è quello di Mazzitelli, che ha anche realizzato 5 reti in A, dopo la promozione con il Frosinone, o, ancora, Nicolas Viola, dopo l’ultima stagione nel Cagliari di Ranieri.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Per il settore centrale del campo, è anche da considerare che torneranno alla base Saric e Damiani. Il secondo ha fatto bene nell’ultimo campionato di Lega pro con la Juventus Under 23. Da analizzare anche la situazione riguardante Gomes, la cui permanenza al Palermo non sarebbe scontata. (continua sotto)

Altra questione da affrontare, quella dei portieri. Pigliacelli, potrebbe decidere di rimanere in rosanero, ma il suo contratto è di un anno, ed è da considerare l’investimento del City su Desplanches, destinato a partire titolare nel prossimo campionato di B.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading
Advertisement

I più cliccati