Connect with us

Vetrina

Sanremo 2024, Angelina Mango trionfa: Geolier secondo, “caos” televoto

La figlia di Pino Mango si aggiudica il primo premio, Amadeus e Fiorello “salutano”

L’articolo Sanremo 2024, Angelina Mango trionfa: Geolier secondo, “caos” televoto proviene da TeleOne.

Published

on

Angelina Mango con “La noia” è la vincitrice del festival di Sanremo. Secondo classificato Geolier, terza Annalisa, quarto Ghali e quinto Irama.

Siete matti. Grazie a tutti. Grazie di cuore all’orchestra, a te, a Gio, a Fiorello, a voi, al mio team, a Marta, a mia mamma, a Phil, Antonio, la mia famiglia che è qui stasera, grazie che siete venuti”, dice la cantante che, durante la prima esibizione della serata, era inciampata nel vestito cadendo sul palco.

La figlia di Pino Mango si è aggiudicata anche il premio Giancarlo Bigazzi per la migliore composizione musicale e quello della sala stampa Lucio Dalla. Il premio Sergio Bardotti per il miglior testo è andato a Fiorella Mannoia con “Mariposa”. Il riconoscimento della critica intitolato a Mia Martini è andato a Loredana Bertè con “Pazza”.

Nel Sanremo dei record anche il Televoto impazzisce. A tal punto da indurre Amadeus/Belzebù, come lo ha ribattezzato all’inizio della settimana Fiorello, a rassicurare sul fatto che tutto sarebbe tornato presto a posto.
Ad Amadeus è toccato anche redarguire il pubblico dell’Ariston tornato a fischiare e rumoreggiare dopo la lettura della prima classifica parziale, proprio come dopo la vittoria di Geolier nella serata dei duetti.

“E’ giusto: è come essere allo stadio, ci sono i gruppi, i fan ed è giusto che sia così. Ci sta il disappunto, ma vi chiedo il rispetto per tutti i cantanti in gara”. A dare una mano al conduttore/direttore artistico, come da cinque anni a questa parte, ci pensa lui: “Ciuri”, l’amico di una vita chiamato a fare gli straordinari nell’ultimo Sanremo di una cinquina in crescendo.

Fiorello raddoppia l’Ariston con l’Aristonello dove per una settimana ha condotto (redarguito anche al telefono dalla mamma che ieri notte lo ha invitato ad andare a letto) “Viva Rai2…Viva Sanremo!” fino a stasera, in cui è venuto il suo turno di prendere servizio come co-conduttore, “coco”.

Arriva sul palco in versione Michael Jackson, vestito di fili con la Compagnia ucraina di danza hi tech cantando Vecchio Frack sul tappeto musicale di Billie Jean di Michael Jackson. “Per fare questo numero sono stato in carica tutto il pomeriggio”, ride alla fine del numero. Si rivolge ad Amadeus, “non un uomo, né un partito politico, ma col 67% una coalizione. Vince le europee e conquista l’Eurovision”. E al figlio di Amadeus: “Josè, gli italiani ti hanno visto crescere su quella poltrona. L’anno prossimo che farai, te tocca anda’ a scuola. Jose Sebastiani con il codice 01, interrogato”.

E’ anche la serata di Roberto Bolle con il suo Bolero danzato con 18 danzatori del Bejart Ballett di Losanna, di Gigliola Cinquetti che celebra i 60 anni di “Non ho l’età”, e del ricordo delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata nella “Giornata del ricordo”.

Introdotto da “Io che amo solo te” di Sergio Endrigo, artista nato a Pola che, ricorda Amadeus, “fu profugo con la madre” nel 1947, a causa della cessione dell’Istria alla Dalmazia. “Un dramma vissuto da tanti connazionali perché le milizie di Tito misero atto una strage di massa: nelle foibe è morta una quantità incredibile di persone, una delle pagine più tragiche della storia”. Al termine della serata si è esibito a sorpresa Lazza.


💪
 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWSSeguici cliccando QUI! 🖋

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Cronaca

Altavilla, Lorefice: “Preghiamo perché i responsabili si convertano a Dio”

L’arcivescovo chiede di pregare anche “per il pentimento e la conversione a Dio dei responsabili di questa assurda atrocità”

L’articolo Altavilla, Lorefice: “Preghiamo perché i responsabili si convertano a Dio” proviene da TeleOne.

Published

on

“Chiedo che in questi giorni nella nostra Arcidiocesi, specialmente durante l’Eucaristia, si preghi per le vittime della strage di Altavilla Milicia: Antonella, Kevin, Emanuel e per i genitori e i parenti di Antonella”.

L’invito alla preghiera è quello dell’arcivescovo di Palermo, Corrado Lorefice. Il presule chiede a tutti i fedeli dell’arcidiocesi di pregare anche “per il pentimento e la conversione a Dio dei responsabili di questa assurda atrocità che ancora una volta ci ha posto dinnanzi a vite in macerie, ai cumuli del disagio sociale e delle fragilità umane, terreno fertile per i nuovi seduttori del fanatismo religioso che profanano il Volto e il Nome Santo di Dio, lento all’ira e grande nell’amore”.

“Si elevino – prosegue – preghiere anche per la comunità di Altavilla Milicia fortemente provata e attonita dinnanzi a tanta violenza. Impegniamoci tutti per una convivenza umana pacifica, fraterna e giusta, sul fondamento della cura reciproca e della solidarietà – conclude il vescovo – perché non avanzi l’iniquità e non si raffreddi l’amore nei cuori di molti”.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Altavilla Milicia ricorda Antonella, Kevin ed Emanuel: il giorno del lutto cittadino

Nel pomeriggio, alle 18, il parroco don Salvo Priola presiederà un momento di preghiera e di commiato

L’articolo Altavilla Milicia ricorda Antonella, Kevin ed Emanuel: il giorno del lutto cittadino proviene da TeleOne.

Published

on

È la giornata della preghiera, e del ricordo. Lutto cittadino ad Altavilla Milicia, luogo della strage familiare in cui sono stati torturati e uccisi Antonella Salamone, 40 anni, ed i due figli Kevin di 16 anni ed Emanuel di 5 anni.

Quest’oggi nella cittadina alle porte di Palermo la camera ardente nel plesso del Comune, Zucchetto, che resterà aperta fino alle ore 20 circa. Questo pomeriggio, alle 18, il parroco don Salvo Priola presiederà un momento di preghiera e di commiato.

“Con la certezza di interpretare il profondo sentimento di cordoglio – ha detto il sindaco Pino Virga – dell’intera Comunità altavillese ho proclamato, d’intesa con gli altri amministratori comunali, il lutto cittadino per oggi, in cui saranno tumulate le salme di Kevin ed Emmanuel Barreca, tragicamente morti insieme alla madre Antonella Salamone”.

LEGGI ANCHE: Sì, sono stati davvero torturati: Altavilla, i risultati delle autopsie

Poi le vittime della strage familiare saranno seppellite nel cimitero di Altavilla. Il primo cittadino della cittadina palermitana ha deciso che si costituirà parte civile nel processo sul triplice omicidio.

Nella giornata di ieri, intanto, le autopsie eseguite sui corpi delle tre vittime hanno confermato quelle che sono state le torture subite, e poi “riportate” agli inquirenti (LEGGI) dalla figlia di Antonella Salamone, la 17enne adesso in carcere. (foto teleone.it – camera ardente)

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Sì, sono stati davvero torturati: Altavilla, i risultati delle autopsie

Sui corpi i “segni evidenti di bruciature e maltrattamenti di ogni genere” che erano stati ammessi anche dalla 17enne

L’articolo Sì, sono stati davvero torturati: Altavilla, i risultati delle autopsie proviene da TeleOne.

Published

on

La conferma della tragedia familiare è arrivata dalle autopsie sui corpi martoriati dei ragazzi. Kevin ed Emanuel sono stati davvero seviziati e torturati, così come emerso dai racconti dei giorni scorsi.

Sui corpi i segni evidenti di bruciature e maltrattamenti di ogni genere ammessi anche dalla 17enne che ha confessato di avere partecipato attivamente alla strage. Per quanto riguarda i resti della mamma si dovranno attendere l’esame del dna e tutta una serie di indagini sulle ossa trovate seppellite e bruciate. (continua sotto la foto)

Le cause esatte della morte saranno invece note dopo esami più approfonditi. “Nulla di più orribile – aveva detto il procuratore di Termini Imerese, Ambrogio Cartosio, dopo la scoperta della strage di Altavilla – ho visto in tanti anni di carriera”.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

E intanto, nella cittadina in provincia di Palermo faranno rientro domani, lunedì 19, le salme di Kevin ed Emanuel. Camera ardente nel plesso comunale Zucchetto, e resterà aperta da mezzogiorno circa, fino alle 20. “Con la certezza di interpretare il profondo sentimento di cordoglio dell’intera Comunità altavillese – ha detto il sindaco Pietro Virga -, ho proclamato, d’intesa con gli altri Amministratori comunali, il lutto cittadino per la giornata di domani 19 febbraio 2024, in cui saranno tumulate le salme di Kevin ed Emmanuel Barreca, tragicamente morti insieme alla madre Antonella Salamone”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Febbre alta, poi la crisi respiratoria: muore a 13 anni a Palermo

La tragedia si è consumata all’ospedale dei Bambini, dove il piccolo era stato ricoverato

L’articolo Febbre alta, poi la crisi respiratoria: muore a 13 anni a Palermo proviene da TeleOne.

Published

on

Aveva avuto la febbre alta, per alcuni giorni. Una influenza che però poi si è tramutata nella più assurda delle tragedie. Piange Aliminusa, cittadina in provincia di Palermo.

Un ragazzino di 13 anni, Epifanio Riili, è morto dopo essere stato trasportato all’ospedale pediatrico dei Bambini, nel capoluogo. Lì è, tuttavia, deceduto intorno alla mezzanotte di oggi, dopo una crisi respiratoria. Una scomparsa improvvisa che ha colpito l’intera comunità madonita e non solo.

La drammatica notizia è stata data dal sindaco di Aliminusa, Michela Panzarella. “Un dolore – ha detto – senza eguali. Siamo tutti attoniti. Non riusciamo a comprendere la ragione di una così grande tragedia. La morte del piccolo Epifanio ha generato sconforto in tutta la comunità. Era un bambino meraviglioso, affettuoso e pieno di vita. Lo avevo incontrato qualche giorno fa in occasione della festa del carnevale. Correva, giocava e dimostrava affetto a tutti. Era un bambino gioioso e pieno di vita. È davvero doloroso dovere dare notizia della morte di un bambino amato da tutti e che fa parte della nostra comunità. Siamo vicini alla famiglia e dimostreremo loro il nostro affetto. Abbiamo proclamato il lutto cittadino“.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading
Advertisement

I più cliccati