Connect with us

News e Focus

Fulmine colpisce intera famiglia mentre si trova in spiaggia: 4 feriti

Si trovano in spiaggia, poi all’improvviso c’è il temporale: famiglia colpita da un fulmine, 4 feriti. I dettagli

Published

on

Un fulmine li ha colpiti proprio mentre si trovavano in spiaggia. Terribile accaduto nel pomeriggio di ieri per un’intera famiglia di turisti di Bergamo, ma di origini calabresi.

Marito, moglie, figlio di sei anni e la nonna si trovavano in vacanza in questi giorni a Soverato. Ed erano su una spiaggia libera quando improvvisamente si è abbattuto un fortissimo temporale (👇 continua sotto 👇)
👉 Rimanete aggiornati, seguite TELEONEMAG su Facebook! (clicca qui 💪)

Un fulmine ha colpito l’uomo di 45 anni. Immediatamente la vittima è stata ricoverata in rianimazione all’ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro. Per il bambino, invece, è stato necessario il ricovero nella Pediatria del nosocomio catanzarese insieme alla mamma. La nonna, invece, è sotto osservazione all’ospedale di Soverato.

Immediato l’intervento dei sanitari del 118 e dei carabinieri per i rilievi di legge e per gli accertamenti per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto. Sotto choc le altre persone che in quel momento si trovavano in spiaggia e hanno corso il rischio di essere colpiti dal fulmine. L’allarme è stato immediato.

“Siamo intervenuti tempestivamente – ha raccontato Cosimo Zurzolo, commissario del 118, nonchè commissario dell’elisoccorso e direttore del pronto soccorso dell’ospedale soveratese -. Gli operatori sanitari del pronto soccorso e gli anestesisti hanno lavorato in sinergia riuscendo a stabilizzare il paziente più grave, il bimbo, la mamma e la nonna in evidente stato di choc. L’intervento fatto è stato da manuale e a tutti coloro che sono intervenuti va il mio plauso. L’uomo si trova in coma farmacologico ed è in prognosi riservata”. (la foto è d’archivio)
👉 Rimanete aggiornati, seguite TELEONEMAG su Facebook! (clicca qui 💪)
🔴 LEGGI ANCHE:
“Stop a carrozze con turisti trainate da cavalli”: il decreto vale per tutta Italia
Schianto nella notte: scooter su un muro, perde la vita a 27 anni
Ragazza tedesca violentata in strada a Palermo: arrestato un 22enne

News e Focus

Stuprano in tre la compagna di 18 anni, assolti: per i giudici hanno “frainteso”

Secondo il tribunale fiorentino i tre ragazzi avrebbero “equivocato” sul consenso della della coetanea – I DETTAGLI

L’articolo Stuprano in tre la compagna di 18 anni, assolti: per i giudici hanno “frainteso” proviene da TeleOne.

Published

on

Alla fine, sono stati assolti perché “non avevano capito il rifiuto della ragazza”. C’è grande rabbia e amarezza per la storia che riguarda una ragazza che cinque anni fa era stata violentata da tre compagni di classe. Questi sono stati dichiarati “non colpevoli” perché avrebbero “frainteso” quelli che erano stati gli atteggiamenti della vittima.

La vicenda riporta subito alla mente i recenti fatti del Foro Italico, a Palermo. Nel caso in esame la giovane, in Toscana, all’epoca dei fatti aveva 18 anni. Uno dei tre presunti violentatori, fra l’altro, aveva avuto anche una relazione con lei. La “violenza oggettiva” dei tre è stata comunque riconosciuta, in quanto “spinti dall’eccitazione hanno fatto di tutto per indurre la ragazza a intrattenere un rapporto plurimo“, ma alla fine quel che è accaduto è stato giudicato “non penalmente rilevante”.

Tutto è accaduto nel 2018 a Firenze, e i colleghi erano al tempo sotto l’effetto di alcol e marijuana. La vicenda rappresentò un trauma per la ragazza, che nei mesi successivi abbandonò anche la scuola, per affidarsi ad uno psicologo. Secondo il tribunale fiorentino, insomma, i tre avrebbero “frainteso” il “sì” della ragazza, nonostante il fatto che la vittima dicesse loro di smetterla.

Nelle motivazioni, che sono state rese pubbliche, il gup ha spiegato che i tre ragazzi coinvolti “hanno fatto di tutto per indurre la ragazza a intrattenere un rapporto plurimo, corrispondente alle fantasie che gli stessi avevano coltivato nelle settimane precedenti”, aggiungendo però che si venne a verificare una “situazione certamente equivoca“.

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

Tutto ciò, proprio a causa dello stato di alterazione della giovane, e per il fatto che l’”equivoco” possa essere stato causato anche dai “rapporti pregressi” fra la stessa ragazza ed uno dei tre, che in precedenza avevano avuto una relazione. Secondo quanto detto dai giudici, dunque, molte delle dichiarazioni della giovane vittima avrebbero “scarsa attendibilità”.

Secondo quanto riportato, i tre ragazzi sarebbero stati anche “condizionati da un’inammissibile concezione pornografica delle loro relazioni con il genere femminile, hanno errato nel ritenere sussistente il consenso una condotta certamente incauta, ma non con la piena consapevolezza – si legge – della mancanza di consenso o della sua preponderante alterazione psicofisica”.

LEGGI ANCHE: Arriva il “no” all’ultima istanza: stupro Palermo, in carcere ultimo indagato
LEGGI: Stupro a Palermo, le agghiaccianti chat: “Era svenuta… Troppi cianchi, cumpà”

Lo sfogo della ragazza è durissimo: “Ho chiesto aiuto a un sistema giudiziario che, guardandomi negli occhi mentre ero in lacrime, cercando di mettere insieme i miei ricordi, mi ha chiesto quanti partner avessi avuto prima e dopo il fatto. Ovviamente sentenze come questa non aiutano chi cerca il coraggio di agire e reagire. Da fuori non ci si può render conto credo, ma chi ha avuto la fortuna di non dover subire un’esperienza simile non può neanche lontanamente immaginare cosa ci sia dietro una denuncia”.

“Ripenso a quella sera – ha dichiarato a Repubblica – come il giorno in cui ho perso la fiducia in tutto. Erano miei amici, gli volevo bene e pensavo ne volessero a me, o quanto meno che si interessassero al mio benessere”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

News e Focus

Ancora violenza a scuola: ragazzo 15enne accoltellato da un compagno

Episodio di violenza fra i banchi, dove un ragazzino viene ferito all’interno della palestra: l’ammissione è arrivata dopo un po’ di tempo

L’articolo Ancora violenza a scuola: ragazzo 15enne accoltellato da un compagno proviene da TeleOne.

Published

on

Il compagno di classe, che ha ammesso le proprie responsabilità, alla fine è stato denunciato per lesioni. Ancora violenza fra i banchi a scuola: a Napoli un ragazzo di 15 anni è stato accoltellato all’interno dell’istituto.

Nella scuola Marie curie della città partenopea, come è stato poi raccontato dal colpevole, la vittima è stata colpita alla gamba destra, con un ferro che non è ancora stato trovato. I fatti si sono verificati all’interno della palestra della scuola, che si trova nel quartiere Ponticelli, nell’area est della città.

Non è ancora chiaro, secondo le ultime informazioni che sono trapelate sulla vicenda, il motivo per cui è andata in scena la violenza, ma il 15enne, dopo l’aggressione, è stato trasportato all’ospedale del Mare. Lì al giovane sono stati messi punti di sutura, e le sue condizioni, fortunatamente, non sono state definite gravi.

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

Inizialmente il ragazzino aveva detto di essere caduto autonomamente, ma la dirigente scolastica – che aveva chiamato i sanitari e l’ambulanza del 118 – aveva già capito che non si trattasse di una ferita da caduta. Poi, l’ammissione.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

News e Focus

Legame fra stupri e pornografia? Ecco i risultati del sondaggio

“La pornografia sicuramente può influenzare e distorcere l’idea di amore e sesso ma…”

L’articolo Legame fra stupri e pornografia? Ecco i risultati del sondaggio proviene da TeleOne.

Published

on

Gli episodi di violenze e stupri che si sono verificati nel nostro Paese negli ultimi mesi hanno aperto un dibattito sul tema e sono state avanzate alcune idee per tentare di limitare e controllare questo fenomeno.

Una delle varie proposte formulate è stata quella di porre un divieto e un blocco alla pornografia in ogni suo accesso. Soluzione che, però, secondo 2 italiani su 3 non porterebbe ad una diminuzione dei casi di stupri e violenze.

Si tratta dei risultati derivanti da un sondaggio di Euromedia Research. Secondo la maggioranza degli italiani, la pornografia sicuramente può influenzare e distorcere l’idea di amore e sesso che un minorenne avrà in futuro, ma non rappresenta la causa principale che spinge un ragazzo o un uomo a commettere atti di violenza nei confronti di una donna. (continua sotto)

La percezione dominante tra la popolazione è che i fattori esterni che maggiormente sollecitano questi comportamenti sono, in particolare, la presenza del “branco”, il sentirsi superiori e forti quando si è in gruppo, unitamente all’abuso di sostanze come alcol e droghe. Non manca poi il contesto sociale e familiare in cui crescono questi ragazzi. Meno influenti, invece, fattori come pornografia, denaro e le ultime serie TV e film che trattano temi violenti.

Il sondaggio Euromedia Research per Porta a Porta è stato realizzato l’11/09/2023 con metodologia mista CATI/CAWI su un campione di 800 casi rappresentativi della popolazione italiana maggiorenne.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

Multimedia

Fulmine colpisce due persone in spiaggia: turista riprende tutto – il VIDEO

Il drammatico incidente avviene proprio a riva: le immagini sono state riprese da un bagnante – Ecco cosa è successo

L’articolo Fulmine colpisce due persone in spiaggia: turista riprende tutto – il VIDEO proviene da TeleOne.

Published

on

E’ stato fatto di tutto, per cercare di salvare le persone colpite, ma non c’è stato nulla da fare. Drammatico incidente quello avvenuto su una spiaggia del Messico. Sulla playa de Aquila, Michoacan, due bagnanti sono stati centrati in pieno da un fulmine, che le ha uccise sul colpo. Il tragico avvenimento è stato immortalato in un video da un turista che si trovava in quel momento in spiaggia.

Le immagini sono state registrate lo scorso lunedì, nella spiaggia della costa del Messico. Le vittime sono una coppia: la donna è morto sul colpo, mentre l’uomo è stato trasportato d’urgenza in ospedale dove, tuttavia, ha poco dopo perso la vita, nonostante gli sforzi dei medici. Ecco il drammatico VIDEO pubblicato:

(www.teleone.it)

Continue Reading
Advertisement

I più cliccati