Connect with us

Sicilia

“La democrazia si è opposta alla ferocia della mafia”: le parole di Mattarella

Trentennale strage di Capaci, le parole del Presidente della Repubblica, Mattarella, da Palermo – LEGGI

Published

on

“Il silenzio assordante dopo l’inaudito boato rappresenta in maniera efficace il disorientamento che provò il Paese di fronte a quell’agguato senza precedenti, in cui persero la vita Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani. Del tutto al contrario di quanto avevano immaginato gli autori del vile attentato, allo smarrimento iniziale seguì l’immediata reazione delle Istituzioni democratiche”.

Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Palermo in occasione delle commemorazioni per i 30 anni dalla strage di Capaci.
“Il dolore e lo sgomento di quei giorni divennero la drammatica occasione per reagire al violento attacco sferrato dalla mafia; a quella ferocia la nostra democrazia si oppose con la forza degli strumenti dello Stato di diritto – ha aggiunto il capo dello Stato -. Altrettanto significativa fu la risposta della società civile, che rifiutò di subire quella umiliazione e incoraggiò il lavoro degli investigatori contribuendo alla stagione del rinnovamento”.

“Nel 1992 Giovanni Falcone e Paolo Borsellino vennero colpiti perché, con professionalità e determinazione, avevano inferto colpi durissimi alla mafia, con prospettive di ulteriori seguiti di grande efficacia, attraverso una rigorosa strategia investigativa capace di portarne allo scoperto l’organizzazione – ha sottolineato Mattarella -. La mafia li temeva per questo: perché capaci di dimostrare che non era imbattibile e che lo Stato era in grado di sconfiggerla attraverso la forza del diritto. Onorare oggi la memoria di Giovanni Falcone e di Paolo Borsellino vuol dire rinnovare quell’impegno, riproponendone il coraggio e la determinazione. L’impegno contro la criminalità non consente pause né distrazioni”.
“Falcone era un grande magistrato e un uomo con un forte senso delle istituzioni. Non ebbe mai la tentazione di distinguere le due identità perché aveva ben chiaro che la funzione del magistrato rappresenta una delle maggiori espressioni della nostra democrazia e, in qualunque ruolo, ha sempre inteso contribuire, con competenza e serietà, all’affermazione dello Stato di diritto – ha proseguito il presidente -. La portata della sua eredità è resa evidente anche dalle modalità della celebrazione di oggi, attraverso la quale viene rinnovato l’impegno contro la mafia”.

“Insieme a Paolo Borsellino avviarono un metodo nuovo d’indagine, fondato sulla condivisione delle informazioni, sul lavoro di gruppo, sulla specializzazione dei ruoli; questo consentì di raggiungere risultati giudiziari inediti, ancorati ad attività istruttorie che poggiavano su una piena solidità probatoria – ha detto ancora Mattarella -. Le visioni d’avanguardia, lucidamente “profetiche”, di Falcone non furono sempre comprese; anzi in taluni casi vennero osteggiate anche da atteggiamenti diffusi nella stessa magistratura, che col tempo, superando errori, ha saputo farne patrimonio comune e valorizzarle. Anche l’ordinamento giudiziario è stato modificato per attribuire un maggior rilievo alle obiettive qualità professionali del magistrato rispetto al criterio della mera anzianità, non idoneo a rispondere alle esigenze dell’Ordine giudiziario. Le esperienze innovative di quegli anni si sono tradotte, all’indomani dei drammatici attentati, in leggi che hanno fatto assumere alla lotta contro la mafia un livello di incisività ed efficacia mai raggiunto fino ad allora”. (Italpress)

Cronaca

Amministrative in Sicilia, è l’ora dei ballottaggi: il quadro

Caltanissetta, Gela e Pachino saranno chiamate per l’elezione del sindaco: la situazione

L’articolo Amministrative in Sicilia, è l’ora dei ballottaggi: il quadro proviene da TeleOne.

Published

on

Fra domani, domenica 22, e lunedì, si svolgeranno i ballottaggi delle elezioni amministrative in Sicilia. Tre comuni isolani torneranno al voto per eleggere il sindaco: Caltanissetta, Gela e Pachino.

Le urne saranno aperte domenica 23 giugno dalle 7:00 alle 23:00 e lunedì 24 giugno dalle 7:00 alle 15:00.

Durante le operazioni di voto, il portale delle elezioni della Regione Siciliana pubblicherà quattro rilevazioni dell’affluenza: domenica alle 12:30, 19:30 e 23:30, e lunedì alle 15:30. I dati degli scrutini saranno disponibili sulla stessa piattaforma a partire da lunedì pomeriggio, dopo la chiusura delle urne.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Il voto espresso l’8 e il 9 giugno non è stato sufficiente per eleggere un nuovo sindaco nei comuni di Caltanissetta, Gela e Pachino, rendendo necessario il ballottaggio. A Caltanissetta, la sfida è tra Annalisa Maria Petitto, candidata del centrosinistra, e Walter Calogero Tesauro, del centrodestra. A Gela, i cittadini sceglieranno tra Grazia Cosentino del centrodestra e Terenziano Di Stefano del centrosinistra. Infine, a Pachino, in provincia di Siracusa, si contenderanno la carica di sindaco Rosaria Fronterrè e Giuseppe Gambuzza.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Il gran caldo e le fiamme: in Sicilia numerosi gli incendi

Coinvolte le province di Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Palermo e Trapani

L’articolo Il gran caldo e le fiamme: in Sicilia numerosi gli incendi proviene da TeleOne.

Published

on

Nella sola giornata di ieri la Sicilia è stata teatro di almeno una decina di incendi che hanno richiesto l’intervento di forestali, vigili del fuoco e volontari della Protezione civile.

Le province colpite sono state Agrigento (3 incendi), Caltanissetta (4), Catania (4), Enna (1), Palermo (1) e Trapani (1). Un tredicesimo incendio ha interessato le province di Agrigento e Trapani.

Ad Agrigento, le fiamme hanno toccato le contrade Bissana a Cianciana, Sant’Oliva a Licata e Fontanele a Santo Stefano Quisquina. Nel Nisseno, gli incendi hanno colpito le contrade della Cimia a Mazzarino, Bivio Noce a Santa Caterina Villarmosa e la Carruba a Butera. A Palermo, il fuoco ha minacciato la contrada Casale a Belmonte Mezzagno.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Nel Catanese, le aree interessate dagli incendi sono state San Gregorio di Catania in contrada Carubbazza, Biancavilla in contrada Solicchiata e Castiglione di Sicilia. Nell’Ennese, le fiamme hanno colpito contrada Cozzo del Medico ad Aidone, mentre a Trapani, l’incendio si è sviluppato nella contrada Blandano a Buseto Palizzolo.

Un vasto incendio ha interessato la costa tra Porto Palo di Menfi e Marinella di Selinunte, vicino all’ex casello ferroviario 11, minacciando alcune abitazioni. Il pronto intervento dei vigili del fuoco e del corpo forestale, supportati da un elicottero, ha evitato che le fiamme raggiungessero le case. La situazione resta critica, ma gli sforzi delle squadre di emergenza continuano senza sosta.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Sicilia

Dal pop al cinema, tour itinerante nell’isola: al via l’estate dell’Orchestra Sinfonica Siciliana

Serie di incontri che spaziano dalla musica classica al pop, includendo omaggi cinematografici e produzioni inedite

L’articolo Dal pop al cinema, tour itinerante nell’isola: al via l’estate dell’Orchestra Sinfonica Siciliana proviene da TeleOne.

Published

on

Tutto pronto per il “via” alla stagione Estiva 2024 dell’Orchestra Sinfonica Siciliana. Al via da oggi, venerdi 21, e fino al 5 ottobre, una serie di concerti che spaziano dalla musica classica al pop, includendo omaggi cinematografici e produzioni inedite.

La programmazione estiva dell’Orchestra Sinfonica Siciliana mira a portare la musica classica anche nei centri minori della Sicilia, svolgendo un’importante funzione didattica e di valorizzazione del territorio.

Tra i concerti “fuori dal seminato” del repertorio sinfonico si segnalano le esecuzioni di celebri brani dei Beatles, le colonne sonore di film iconici e l’omaggio a Franco Battiato nel concerto-spettacolo “Battiatica”.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

“La Fondazione orchestra sinfonica presenta la stagione estiva 2024 a testimonianza del lavoro fatto in queste settimane di commissariamento e in continuità con la gestione precedente che ha lasciato a disposizione un programma a cui noi abbiamo apportato solo alcuni aggiustamenti, completata anche la Settimana di Musica Sacra di Monreale il cui programma sarà presentato a settembre e l’evento per la settimana Belliniana che rientra nella stagione che presentiamo”, ha sottolineato nei giorni scorsi la commissaria Margherita Rizza.

“Un ringraziamento va al personale amministrativo della Fondazione a tutti i professori dell’orchestra, alla Regione e al Comune che continuano a sostenere il nostro lavoro. Si tratta di una stagione che porterà la musica anche lontano dai teatri sinfonico-lirici per fare conoscere la bellezza del suono di un’ orchestra anche a chi abita lontano dalle grandi città della Sicilia”.

Tutti gli spettacoli di Palermo avranno un prezzo di 10 euro (ridotto 5 euro per abbonati alla stagione 23/24, studenti, disabili con necessità di accompagnatore) mentre le repliche in trasferta saranno gratuite tranne quelle che si terranno a Villa Piccolo a Capo D’Orlando con biglietto a 5 euro.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Caldo soffocante, anche Palermo fra le città da “bollino rosso”

Inizio d’estate hot per l’Italia. Il 21 giugno inaugurerà la stagione e sarà anche il giorno più caldo dei 3 monitorati nell’ultimo aggiornamento del bollettino sulle ondate di calore diffuso dal ministero della Salute. Venerdì sono 8 città da bollino rosso: ad Ancona, Campobasso, Frosinone, Latina, Palermo, Perugia, Rieti e Roma il livello di rischio […]

L’articolo Caldo soffocante, anche Palermo fra le città da “bollino rosso” proviene da TeleOne.

Published

on

Inizio d’estate hot per l’Italia. Il 21 giugno inaugurerà la stagione e sarà anche il giorno più caldo dei 3 monitorati nell’ultimo aggiornamento del bollettino sulle ondate di calore diffuso dal ministero della Salute.

Venerdì sono 8 città da bollino rosso: ad Ancona, Campobasso, Frosinone, Latina, Palermo, Perugia, Rieti e Roma il livello di rischio salirà a 3, che indica “condizioni di emergenza con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive, e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche”.

Oggi 15 città con bollino arancione. Su Perugia, in particolare, il bollino sarà rosso già oggi, giovedì 20 giugno, giornata in cui si prevedono 15 capoluoghi con bollino arancione (livello 2): Ancona, Bari, Bologna, Campobasso, Catania, Firenze, Frosinone, Latina, Napoli, Palermo, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma e Viterbo. Venerdì bollino arancione su 10 città: Bari, Bologna, Brescia, Catania, Messina, Napoli, Pescara, Reggio Calabria, Trieste e Viterbo.

“Il caldo record che investirà da oggi l’Italia, con diverse città che fino a venerdì 21 giugno vedranno la colonnina salire sopra i 40 gradi, ben 12 sopra la norma climatologica, rappresenta un serio pericolo per la salute, specie per soggetti più fragili come anziani, bambini e cittadini con patologie preesistenti”.

E’ il monito degli esperti della Società italiana di medicina ambientale (Sima), che tra “le ripercussioni del repentino rialzo delle temperature” sull’organismo indicano anche “possibili danni a organi vitali e cervello”.

Anticiclone Minosse alla massima potenza, temperature oltre i 40°C: super caldo sull’Italia con temperature in ulteriore aumento, 5-6°C in più nelle prossime 36 ore. Il picco di Minosse, l’anticiclone africano che porta anche tanta sabbia del Deserto, regalerà purtroppo frequenti 40°C al Centro-Sud e tanta afa al Nord.

Da segnalare inoltre, per questo Solstizio d’estate 2024, l’arrivo di temporali forti verso le regioni di Nord-Ovest, un primo break nel caldo opprimente di Minosse. Venerdì farà tanto caldo anche di notte: a Firenze si prevede una minima compresa tra 24 e 26°C, con 25°C anche in Val Padana. Prudenza dunque per l’ondata di calore, ma anche per i temporali che entro venerdì saranno intensi al Nord.

(www.teleone.it)

Continue Reading
Advertisement

I più cliccati