Connect with us

Sport

Podismo, a Catania a Pietro Riva uno spettacolare Trofeo Sant’Agata

La gara su strada che riesce ad esaltare e regalare emozioni in un contesto di festa, legato alle celebrazioni “agatine”

L’articolo Podismo, a Catania a Pietro Riva uno spettacolare Trofeo Sant’Agata proviene da TeleOne.

Published

on

Batte forte il cuore di Catania, batte per la sua Patrona, batte per la gara su strada che riesce ad esaltare e regalare emozioni in un contesto di festa, legato alle celebrazioni “agatine”. Nel giorno del rito della benedizione delle candele, il Trofeo Sant’Agata, irrompe sulle strade dei catanesi, con i suoi atleti rampanti, con una corsa che al tempo stesso è sport, tradizione e che ben si lega alla kermesse che infiammò il centro etneo dal 1960 al 2011.

Bravi, gli organizzatori a credere nel nuovo corso e a ridare ogni anno che passa, maggiore linfa e slancio alla manifestazione sportiva, vanto e patrimonio di una intera regione.

Lo start ieri alle ore 15:13, da via Vittorio Emanuele, in un clima tutto sommato ideale per gareggiare. Sessantasei tra atleti e atlete in gara, 9800 metri per gli uomini, sette giri tutti di un fiato, perché tra basolato e sanpietrini non puoi distrarti. Quattro invece i giri per le donne, 5600 metri di pura adrenalina. Il catino del centro storico di Catania, imperlato dal Barocco si fa bolgia, le gente dietro le transenne quasi sfiora gli atleti. A vincere e a scrivere per la prima volta il loro nome nell’albo d’oro del Trofeo Sant’Agata, sono l’azzurro Pietro Riva secondo italiano di sempre ad aver corso sotto i 60’ la mezza maratona e la keniana Emily Chepkemoi Cheroben che in queste prime settimane del nuovo anno ha fatto incetta di successi. A Riva, va il trofeo intitolato alla memoria di Marco Mannisi, l’ideatore del “Sant’Agata” e mecenate dello sport a Catania. Il premio per l’atleta keniana è invece nel ricordo di Giuseppe Iuppa, presidente della Libertas Catania, società che segnò la storia dell’atletica catanese. Sul podio come da tradizione del Trofeo Sant’Agata, salgono i primi cinque uomini e le prime cinque donne.

LA GARA
Parte forte fortissimo Pietro Riva (Fiamme Oro Padova), poi dirà di avere sottovalutato il percorso, non c’è tattica, ci sono le sue gambe che corrono, ci sono gli avversari che non possono fare altro che inseguirlo. La gara è velocissima non c’è tempo di annoiarsi. Riva chiude con il tempo di 28’32 record del percorso.

Alle sue spalle Simon Kibet Loitanyang a 61 secondi, terzo Jean Marie Viann Niyomukiza in 29’8; primo dei siciliani è Vincenzo Agnello (Sicilia Running Team) generoso come sempre che difenda la sua posizione con i denti. Ancora una prova maiuscola, quinto come lo scorso anno Wilson Marquez (Siracusatletica) in 30’21.

Al femminile il monologo è tutto per la keniana Emily Chepkemoi che impone un ritmo impossibile per le avversarie. Finisce a braccia alzate con il tempo di 19’55. Alle sue spalle la giovanissima della Siracusatletica Viviana Salonia in 21’36 che precede una eccellente Sebastiana Bono (Podistica Messina) in 22’48. Desirèe Di Maria (Cus Catania) è quarta in 22’57. Chiude la cinquina la triatleta Gaia Patrinicola (Monti Rossi Nicolosi) in 23’19.

La manifestazione è stata organizzata dall’Atletica Sicilia e patrocinata dal Comune di Catania, dall’ARS, dal Comitato per la Festa di Sant’Agata, la Fidal Sicilia e il CONI Sicilia.

LE DICHIARAZIONI
Santi Monasteri (Presidente Atletica Sicilia): “Siamo molto soddisfatti di come sia andata questa edizione del Trofeo Sant’Agata. Il costante lavoro di questi ultimi mesi ha pagato. Noi continuiamo a crederci e vogliamo crescere insieme alla manifestazione che ha preso le mosse dall’evento storico. Nel nostro piccolo stiamo crescendo e questo è importante per tutti. Oggi mi sono emozionato, ormai accade puntualmente ad ogni Trofeo Sant’Agata, segno che quello che facciamo è fatto con il cuore”.

Pietro Riva: “Percorso insidioso, lo immaginavo più veloce e invece ho sottovalutato l’inizio gara, artendo davvero forte, poi ho rallentato un po’ per le curve, un po’ per i doppiaggi. Gara bellissima, tornerò a Catania. I mio futuro prossimo sono i campionati europei di Roma e le Olimpiadi, nel frattempo mi aspetta un 5000 a Montecarlo ed a marzo un 10000 in pista negli Stati Uniti”.

Emily Chepkemoi Cheroben: “E’ stata una bella gara organizzata in uno scenario di festa. Da brividi, l’incitamento da parte del pubblico. Complimenti agli organizzatori, sono felice della vittoria che arriva dopo quelle già ottenute nelle scorse settimane a Terni e Novara. Grazie Catania.”

LA CLASSIFICA UOMINI – 9800 metri
Pietro Riva (Fiamme Oro Padova) 28’32”
Simon Kibet Loitanyang (Atletica Vomano) 29’33”
Jean Marie Viann Niyomukiza (Libertas Unicusano Livorno) 29’58”
Vincenzo Agnello (Sicilia Running Team) 30’08”
Wilson Marquez (Siracusatletica) 30’21”

LA CLASSIFICA DONNE – 5600 metri
Emily Chepkemoi Cheroben (Virtus VII Miglio Settimello) 19’55”
Viviana Salonia (Siracusatletica) 21’36”
Sebastiana Bono (Podistica Messina) 22’48”
Desiree Di Maria (Cus Catania) 22’57”
Gaia Patrinicola (Monti Rossi Nicolosi) 23’19”

Accanto al TROFEO SANT’AGATA
Main Sponsor: EHT S.C.p.A.; Sponsor: Autovia Puglisi – DACIA, Sport ON, Palmeri Pneumatici, Pasticceria Cav. Belfiore, Centro Ortopedico Siciliano; Official Timer: EvoData; (com)

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Sport

Calciomercato Palermo, per Vandeputte e Ferrari i primi milioni sul piatto

Il club rosanero lavora per rinforzare la squadra in vista della Serie B

L’articolo Calciomercato Palermo, per Vandeputte e Ferrari i primi milioni sul piatto proviene da TeleOne.

Published

on

Manca poco al primo luglio, giornata d’avvio del calciomercato estivo, con il Palermo che è già al lavoro con l’obiettivo di allestire una squadra competitiva per la promozione diretta nel prossimo campionato di Serie B.

Si entra dunque in una fase cruciale per individuare i rinforzi necessari per elevare il livello tecnico e la personalità della squadra.

Tra i vari profili vagliati dal club di viale del Fante nelle ultime settimane, spicca il nome di Jari Vandeputte. Secondo Gianlucadimarzio.com il Palermo avrebbe già avviato una trattativa con il Catanzaro.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

La richiesta del presidente Floriano Noto si aggira intorno ai tre milioni di euro, ma le negoziazioni sono ancora in corso. Inoltre, alcuni club di Serie A hanno mostrato interesse per il centrocampista classe 1996, considerato tra i migliori nel suo ruolo nella scorsa stagione.

Il Palermo, tuttavia, non è disposto a partecipare ad aste e chiuderà l’operazione solo a condizioni favorevoli. Oltre a Vandeputte, il club rosanero sarebbe sulle tracce di Rocco Vata, attaccante irlandese classe 2005 attualmente al Celtic.

Per ciò che riguarda il settore arretrato, sarebbe vicino l’arrivo di Gian Marco Ferrari, difensore esperto il cui contratto con il Sassuolo scadrà a fine mese. Ferrari, classe 1992, è stato uno dei pilastri dei neroverdi nelle ultime sette stagioni in Serie A, distinguendosi per il suo rendimento costante e per le doti di leadership che lo hanno portato a diventare il capitano.

Con 255 presenze in Serie A, arricchite da 12 gol e 9 assist, Ferrari rappresenta un profilo di alto livello su cui il Palermo vuole puntare. La sua esperienza e carisma saranno fondamentali per la squadra rosanero, che mira a fare un salto di qualità in difesa.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Multimedia

Tifosi della Scozia, il kilt e… genitali in diretta tv: imbarazzo a Euro 2024 – VIDEO

Un episodio cattura l’attenzione durante una diretta televisiva da Monaco: in evidenza anche spirito festoso e multiculturalismo

L’articolo Tifosi della Scozia, il kilt e… genitali in diretta tv: imbarazzo a Euro 2024 – VIDEO proviene da TeleOne.

Published

on

Momenti di grande imbarazzo durante una diretta televisiva di Welt TV a Monaco, in occasione della partita inaugurale degli Europei di calcio 2024 tra Germania e Scozia.

Giovedì sera, intorno alle 20, un tifoso scozzese ha sollevato il kilt di un altro uomo, rivelando i suoi genitali agli spettatori. L’uomo, che indossava una maglia della Germania, ha lasciato interdetti gli spettatori e il presentatore, Steffen Schwarzkopf, caporedattore di Welt TV.

Il gruppo di tifosi ha anche apposto un adesivo su Schwarzkopf e il presentatore ha cercato di sdrammatizzare: “Davvero, davvero tradizionale, direi. Non mi riferisco solo alle loro maglie da calcio, ma naturalmente anche ai kilt che si indossano qui. Sicuramente ne fa parte anche la birra”.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Un fan ha poi tirato su il kilt, esponendo i genitali dell’uomo. Schwarzkopf ha esclamato: “Oh mio Dio”, commentando successivamente che il mix di maglia tedesca e kilt scozzese “mostra l’atmosfera che c’è qui ed è, alla fine, una pura pubblicità per la Germania”.

L’episodio, sebbene imbarazzante, ha evidenziato lo spirito festoso e il multiculturalismo presenti all’evento sportivo. Ecco il video, tratto da X:

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Sport

Europei, azzurri esordio ok, Spalletti “guarda” alla Spagna: “Sarà tutt’altra storia”

“I ragazzi hanno dimostrato carattere e unità. Il gruppo è molto solido, giovedì sarà tutt’altra storia…”

L’articolo Europei, azzurri esordio ok, Spalletti “guarda” alla Spagna: “Sarà tutt’altra storia” proviene da TeleOne.

Published

on

Si presenta visibilmente soddisfatto, Luciano Spalletti, dopo la vittoria dell’Italia per 2-1 contro l’Albania. “I ragazzi sono stati bravi, anche quando abbiamo subito il gol non hanno rimarcato l’errore del compagno. Questo dimostra il carattere e la forza del gruppo”, ha dichiarato.

Il tecnico ha sottolineato come i suoi giocatori abbiano mostrato unità e spirito di squadra, sia nel successo quanto nelle difficoltà. “Subire gol così può capitare perché dobbiamo apprezzare la giocata cercata. È ovvio che quando ci nasce un dubbio non dobbiamo rischiare”, ha aggiunto il mister. “Il divario lo abbiamo creato noi, e ovviamente per quello che abbiamo visto è poco”, ha proseguito Spalletti, lodando la capacità della squadra di non andare mai in affanno.

“Anche il fatto di provare a giocare su quella rimessa lo ha dimostrato. I passaggi continui sembrano inutili, ma poi creano lo spazio per fare male. L’importante è giocare bene perché questo serve per arrivare in alto”.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Riconoscendo la necessità di ulteriori miglioramenti, soprattutto nel primo tempo, Spalletti ha evidenziato la necessità di trovare soluzioni per colmare le differenze con le squadre più forti. “A noi serve solo il gioco per colmare queste differenze. Questa è la strada corretta per arrivare a sognare qualcosa di grande”, ha concluso.

Il tecnico ha elogiato Barella, definendolo “quello che prende in mano la squadra e la fa girare”, e ha rivolto lo sguardo alla prossima sfida contro la Spagna, prevedendo una partita diversa e più impegnativa, ma piena di opportunità per la squadra azzurra. “Sarà una partita tutta nuova e nulla sarà uguale a questa”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

News e Focus

Tensione a Dortmund: bombe carta e coltelli, fermati 50 tifosi italiani

Il fermo della polizia di numerosi supporter italiani bloccati dalla polizia con oggetti pericolosi

L’articolo Tensione a Dortmund: bombe carta e coltelli, fermati 50 tifosi italiani proviene da TeleOne.

Published

on

Poco prima della gara d’esordio agli Europei tra Italia e Albania, in programma questa sera, circa 50 tifosi italiani sono stati fermati preventivamente dalla polizia. Secondo le informazioni raccolte, il gruppo di supporter è stato intercettato nelle vicinanze di un ristorante, prima di entrare in contatto con altri tifosi albanesi.

Durante il fermo, la polizia ha scoperto che i tifosi erano in possesso di oggetti atti a offendere, tra cui coltelli, bombe carta e passamontagna. I soggetti coinvolti saranno trattenuti negli uffici della polizia locale per un massimo di 24 ore, in attesa di una valutazione da parte della magistratura.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

L’intervento delle forze dell’ordine è stato decisivo per prevenire possibili scontri tra le due tifoserie, garantendo così la sicurezza pubblica in una serata ad alta tensione.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading
Advertisement

I più cliccati