Connect with us

Vetrina

Sbalzato fuori, poi schiacciato dalla propria auto: Matteo muore a 36 anni, lascia due figli

Fatale incidente per un giovane papà: l’auto, della quale era alla guida, dopo lo scontro lo schiaccia e lo uccide

L’articolo Sbalzato fuori, poi schiacciato dalla propria auto: Matteo muore a 36 anni, lascia due figli proviene da TeleOne.

Published

on

Un incidente stradale, poi una morte orribile, per un giovane operaio. Era diretto a San Sebastiano, Matteo Marcaurelio, 36 anni di Pacentro. Era alla guida di una jeep dell’azienda edile per la quale lavorava, quando è avvenuta la tragedia. Un attimo di distrazione gli ha fatto invadere la corsia di marcia opposta lungo la strada provinciale vicino Cocullo (provincia de L’Aquila).

L’impatto è avvenuto contro un’Alfa Romeo Giulietta, che subito dopo ha provocato il cappottamento della propria auto. Il giovane è morto così, poco prima delle dieci di ieri, schiacciato del mezzo del quale era alla guida. Dopo l’incidente, infatti, il 36enne era stato sbalzato fuori dall’abitacolo, perché senza cintura, e la jeep gli è letteralmente caduta addosso, schiacciandolo ed uccidendolo. Con lui c’era in auto un collega, che è invece rimasto praticamente illeso dopo l’impatto.

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

Il trentaseienne di Pacentro lascia moglie e due figli, uno di dieci anni e uno di neanche nove mesi che appena qualche settimana fa aveva festeggiato con tutta la famiglia il battesimo.

Leggermente ferita la donna che si trovava alla guida dell’altra auto, un’avvocato di Pescasseroli. Allarme lanciato dal datore di lavoro dei due operai, a sua volta allertato dalla scatola nera del mezzo. Quando è arrivata l’ambulanza, oltre ai vigili del fuoco ed i carabinieri, tuttavia, non c’era già più nulla da fare.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su teleone.it

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Il gran caldo e le fiamme: in Sicilia numerosi gli incendi

Coinvolte le province di Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Palermo e Trapani

L’articolo Il gran caldo e le fiamme: in Sicilia numerosi gli incendi proviene da TeleOne.

Published

on

Nella sola giornata di ieri la Sicilia è stata teatro di almeno una decina di incendi che hanno richiesto l’intervento di forestali, vigili del fuoco e volontari della Protezione civile.

Le province colpite sono state Agrigento (3 incendi), Caltanissetta (4), Catania (4), Enna (1), Palermo (1) e Trapani (1). Un tredicesimo incendio ha interessato le province di Agrigento e Trapani.

Ad Agrigento, le fiamme hanno toccato le contrade Bissana a Cianciana, Sant’Oliva a Licata e Fontanele a Santo Stefano Quisquina. Nel Nisseno, gli incendi hanno colpito le contrade della Cimia a Mazzarino, Bivio Noce a Santa Caterina Villarmosa e la Carruba a Butera. A Palermo, il fuoco ha minacciato la contrada Casale a Belmonte Mezzagno.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Nel Catanese, le aree interessate dagli incendi sono state San Gregorio di Catania in contrada Carubbazza, Biancavilla in contrada Solicchiata e Castiglione di Sicilia. Nell’Ennese, le fiamme hanno colpito contrada Cozzo del Medico ad Aidone, mentre a Trapani, l’incendio si è sviluppato nella contrada Blandano a Buseto Palizzolo.

Un vasto incendio ha interessato la costa tra Porto Palo di Menfi e Marinella di Selinunte, vicino all’ex casello ferroviario 11, minacciando alcune abitazioni. Il pronto intervento dei vigili del fuoco e del corpo forestale, supportati da un elicottero, ha evitato che le fiamme raggiungessero le case. La situazione resta critica, ma gli sforzi delle squadre di emergenza continuano senza sosta.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Violente aggressioni su madre e zio: Catania, 41enne arrestato

L’uomo, aggressivo da mesi, è stato fermato dopo l’ennesima violenza domestica

L’articolo Violente aggressioni su madre e zio: Catania, 41enne arrestato proviene da TeleOne.

Published

on

La notte scorsa a Catania, una donna di 76 anni ha chiamato il numero di emergenza per chiedere aiuto dopo essere stata aggredita insieme al fratello dal figlio 41enne. La Polizia è intervenuta prontamente e ha arrestato l’uomo per maltrattamenti in famiglia e lesioni.

La donna ha raccontato agli agenti che il figlio era diventato aggressivo nei suoi confronti negli ultimi sei mesi, passando dalle minacce verbali a violente aggressioni fisiche. Anche lo zio, che vive con loro, è stato spesso vittima della furia dell’uomo. L’ultima lite è scoppiata perché il figlio aveva lasciato aperta la porta di casa per far entrare un amico, e alla chiusura della porta da parte della madre, è scoppiato in un’ira incontrollabile.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

La Polizia era già intervenuta più volte nelle ultime settimane a causa degli atteggiamenti violenti del 41enne. In un recente episodio, dopo aver prelevato una somma di denaro dal conto della madre con la sua carta bancomat, l’uomo aveva aggredito sia la madre che lo zio quando gli era stato chiesto cosa intendesse fare con i soldi.

Nonostante le ferite, la donna ha rifiutato le cure mediche, mentre il fratello è stato curato dai sanitari. Dopo l’arresto, il pubblico ministero di turno ha disposto che l’uomo fosse portato nel carcere di Piazza Lanza in attesa del giudizio di convalida. Una volta convalidato l’arresto, è stata confermata la custodia cautelare in carcere.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Violenza e rapina a liceali milanesi: Palermo, tre arresti

I carabinieri di Palermo smantellano banda di rapinatori seriali

L’articolo Violenza e rapina a liceali milanesi: Palermo, tre arresti proviene da TeleOne.

Published

on

I carabinieri della compagnia di Palermo Piazza Verdi hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di tre palermitani, un 27enne e due 39enni, già noti alle forze dell’ordine. L’ordinanza, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Palermo su richiesta della Procura della Repubblica, li accusa di rapina aggravata ai danni di due diciottenni, studenti di un liceo milanese.

I fatti risalgono a una sera di fine settembre dello scorso anno, quando i tre avrebbero avvicinato i giovani nel centro di Palermo, in una traversa di via Roma, con la scusa di chiedere una sigaretta.

Una volta accerchiati, li avrebbero costretti a recarsi a un bancomat per prelevare 450 euro contro la loro volontà.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Le indagini, condotte dai militari della Stazione di Piazza Marina, sono state facilitate dall’analisi delle immagini di videosorveglianza dell’istituto bancario, che hanno permesso di ricostruire tutte le fasi della rapina. Questo lavoro investigativo ha portato all’emissione delle misure cautelari, ora eseguite, e gli indagati sono stati trasferiti presso la casa circondariale “Lorusso Pagliarelli”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Caldo soffocante, anche Palermo fra le città da “bollino rosso”

Inizio d’estate hot per l’Italia. Il 21 giugno inaugurerà la stagione e sarà anche il giorno più caldo dei 3 monitorati nell’ultimo aggiornamento del bollettino sulle ondate di calore diffuso dal ministero della Salute. Venerdì sono 8 città da bollino rosso: ad Ancona, Campobasso, Frosinone, Latina, Palermo, Perugia, Rieti e Roma il livello di rischio […]

L’articolo Caldo soffocante, anche Palermo fra le città da “bollino rosso” proviene da TeleOne.

Published

on

Inizio d’estate hot per l’Italia. Il 21 giugno inaugurerà la stagione e sarà anche il giorno più caldo dei 3 monitorati nell’ultimo aggiornamento del bollettino sulle ondate di calore diffuso dal ministero della Salute.

Venerdì sono 8 città da bollino rosso: ad Ancona, Campobasso, Frosinone, Latina, Palermo, Perugia, Rieti e Roma il livello di rischio salirà a 3, che indica “condizioni di emergenza con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive, e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche”.

Oggi 15 città con bollino arancione. Su Perugia, in particolare, il bollino sarà rosso già oggi, giovedì 20 giugno, giornata in cui si prevedono 15 capoluoghi con bollino arancione (livello 2): Ancona, Bari, Bologna, Campobasso, Catania, Firenze, Frosinone, Latina, Napoli, Palermo, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma e Viterbo. Venerdì bollino arancione su 10 città: Bari, Bologna, Brescia, Catania, Messina, Napoli, Pescara, Reggio Calabria, Trieste e Viterbo.

“Il caldo record che investirà da oggi l’Italia, con diverse città che fino a venerdì 21 giugno vedranno la colonnina salire sopra i 40 gradi, ben 12 sopra la norma climatologica, rappresenta un serio pericolo per la salute, specie per soggetti più fragili come anziani, bambini e cittadini con patologie preesistenti”.

E’ il monito degli esperti della Società italiana di medicina ambientale (Sima), che tra “le ripercussioni del repentino rialzo delle temperature” sull’organismo indicano anche “possibili danni a organi vitali e cervello”.

Anticiclone Minosse alla massima potenza, temperature oltre i 40°C: super caldo sull’Italia con temperature in ulteriore aumento, 5-6°C in più nelle prossime 36 ore. Il picco di Minosse, l’anticiclone africano che porta anche tanta sabbia del Deserto, regalerà purtroppo frequenti 40°C al Centro-Sud e tanta afa al Nord.

Da segnalare inoltre, per questo Solstizio d’estate 2024, l’arrivo di temporali forti verso le regioni di Nord-Ovest, un primo break nel caldo opprimente di Minosse. Venerdì farà tanto caldo anche di notte: a Firenze si prevede una minima compresa tra 24 e 26°C, con 25°C anche in Val Padana. Prudenza dunque per l’ondata di calore, ma anche per i temporali che entro venerdì saranno intensi al Nord.

(www.teleone.it)

Continue Reading
Advertisement

I più cliccati