Connect with us

Sport

Il Palermo fa tris di reti nel test contro il Trento

Tris di reti per il Palermo nell’amichevole in casa della formazione di Tedino, che milita in Serie C

L’articolo Il Palermo fa tris di reti nel test contro il Trento proviene da TeleOne.

Published

on

Si è concluso con il risultato di 0-3 allo Stadio Briamasco il match amichevole tra Trento e Palermo.

A segno nel primo tempo Ceccaroni, Vasic e Brunori. I rosanero, come informa il sito internet della società di viale del Fante, riprenderanno la preparazione lunedì 7 agosto a Veronello, in vista del match di Coppa Italia in casa del Cagliari

(www.teleone.it)

Cronaca

Catania, deserta anche la seconda asta per il centro sportivo “Torre del Grifo”

Non si concretizza, dunque, la vendita telematica asincrona della struttura catanese: probabile che si fissi un terzo appuntamento

L’articolo Catania, deserta anche la seconda asta per il centro sportivo “Torre del Grifo” proviene da TeleOne.

Published

on

Nessuna novità, nessun interesse. Anche nel giorno della seconda asta per il complesso immobiliare “Torre del Grifo village”, l’appuntamento è andato deserto. Non si concretizza, dunque, la vendita telematica asincrona della struttura catanese.

Nella giornata precedente, alle ore 13, era scaduto il termine per formulare un’offerta con prezzo base fissato a € 21.705.000 ed un’offerta minima pari a € 16.278.750 con cauzione minima del 10% del prezzo offerto.

Con ogni probabilità, più avanti verrà fissata – come scrive tuttocalciocatania.com – una terza asta con ulteriore ribasso di prezzo base e offerta minima.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Nei giorni scorsi il presidente del Catania Rosario Pelligra si era così espresso a La Sicilia in merito ad una eventuale acquisizione della struttura: “La potremmo anche acquisire ma non sarebbe la soluzione definitiva. E’ un impianto piccolo per le idee che ho, non ci sono tanti campi da realizzare per prima squadra, giovani e settore femminile. L’investimento, se conviene, verrà fatto ma non voglio togliere spese volte al miglioramento dell’assetto della squadra nei prossimi anni”.

“Voglio investire – aveva proseguito l’attuale patron del Catania – per una struttura all’avanguardia e funzionale per il lavoro di prima squadra e vivaio, Torre del Grifo è lontana da Catania, non è grande abbastanza, per i tempi che servono per riqualificare gli spazi con le nostre idee ed esigenze allora sarebbe meglio costruire un impianto da zero. Serve il terreno giusto. Io preferisco costruire una città dello sport vicino alla città e con criteri moderni. Serve una struttura adeguata”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

Sport

Europa League, magica Atalanta ad Anfield: a Liverpool la Dea trionfa 3-0

Trionfo sul campo degli inglesi e seria ipoteca sulla pratica qualificazione alla semifinale della competizione continentale

L’articolo Europa League, magica Atalanta ad Anfield: a Liverpool la Dea trionfa 3-0 proviene da TeleOne.

Published

on

La Dea viola il mitico Anfield. Vittoria netta e importantissima per l’Atalanta di Gian Piero Gasperini che trionfa per 3-0 sul campo del Liverpool e mette una seria ipoteca sulla pratica qualificazione alla semifinale di Europa League.

La doppietta di Scamacca e il gol di Pasalic regalano un significativo vantaggio conquistato davanti ad un Liverpool quasi irriconoscibile. Una partita che i nerazzurri hanno interpretato subito nella maniera giusta. Tre minuti e l’Atalanta avrebbe l’occasione del vantaggio, sul pallone lavorato da Scamacca e servito per De Keteleaere che all’interno dell’area trova Pasalic, ma da due passi il croato viene fermato dalla parata di Kelleher. Risponde il Liverpool con l’imbucata di Jones per Nunez, che scappa alle spalle di Hien ma prova un pallonetto che non trova la porta.

Al 25′ è ancora Liverpool, stavolta con Elliot, che sugli sviluppi di un calcio di punizione fa partire il sinistro a giro che si infrange prima sulla traversa e poi sul palo. Al minuto 38 è però l’Atalanta a trovare il gol dell’1-0, grazie alla fuga di Zappacosta sulla destra e al pallone arretrato per Scamacca, che lascia partire la conclusione vincente sulla quale non è irresistibile l’intervento di Kelleher.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Vantaggio per i nerazzurri che nel recupero del primo tempo potrebbero anche raddoppiare, con Koopmeiners che sfrutta l’indecisione difensiva degli inglesi ma in area si lascia ipnotizzare da Kelleher.

Nella ripresa è il neo entrato Salah a spaventare l’Atalanta, con un pallone sporco in area girato in porta ma respinto da Musso. Tanti cambi offensivi per i Reds ma è la Dea a trovare il 2-0, ancora con Scamacca, che sfugge alle spalle della difesa inglese ed è libero di ricevere il cross di De Ketelaere e battere ancora Kelleher.

Nuovamente Atalanta, nuovamente Koopmeiners, che al 65′ scarica il sinistro incrociato che non trova però la porta. Al 79′ torna avanti il Liverpool, che siglerebbe il 2-1 con Salah ma arbitro e Var annullano per fuorigioco dell’ex Roma. Gol sbagliato che è il preludio per il terzo centro atalantino: errore di Szoboszlai che favorisce il recupero palla di Scamacca e il servizio per Ederson, bloccato da Kelleher che però respinge sui piedi di Pasalic, freddissimo a concretizzare il 3-0 finale dal quale si ripartirà tra sette giorni nella gara di ritorno di Bergamo. Festa ad Anfiled per i 2000 tifosi nerazzurri, un’altra magica notte per l’Atalanta.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

Sport

Montecarlo, Sinner vola ai quarti, vanno ko Musetti e Sonego

L’azzurro, negli ottavi di finale, ha sconfitto agilmente il tedesco Jan-Lennard Struff, numero 25 del ranking internazionale

L’articolo Montecarlo, Sinner vola ai quarti, vanno ko Musetti e Sonego proviene da TeleOne.

Published

on

Jannik Sinner ha confermato di trovarsi a suo agio sui campi in terra rossa del Country Club del Principato di Monaco.

Il tennista di San Candido, numero due del mondo e del seeding, ha ottenuto il pass per i quarti di finale del “Rolex Monte-Carlo Masters”, terzo 1000 della stagione, dotato di un montepremi complessivo pari a 5.950.575 di euro. L’azzurro, negli ottavi di finale, ha sconfitto agilmente il tedesco Jan-Lennard Struff, numero 25 del ranking internazionale, col punteggio di 6-4 6-2.

Ai quarti di finale Sinner sfiderà il danese Holger Rune, numero 7 del mondo e del seeding, che negli ottavi di finale ha battuto il bulgaro Grigor Dimitrov, nona forza del tabellone e numero nove del ranking internazionale, col punteggio di 7-6 (9) 3-6 7-6 (2). Rune, nei precedenti, è in vantaggio sull’azzurro per 2-1.

In terra battuta i due si sono affrontati proprio a Montecarlo, nella semifinale dello scorso anno, vinta dal danese al terzo set (per 1-6 7-5 7-5). Per confermarsi al secondo gradino della classifica mondiale, ed evitare il controsorpasso da parte di Carlos Alcaraz, Sinner deve centrare almeno le semifinali in questo torneo di Montecarlo e quindi vincere il match di domani.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Intanto, hanno salutato il Principato Lorenzo Musetti e Lorenzo Sonego. Il toscano ha alzato bandiera bianca contro il numero uno del mondo Novak Djokovic. Il serbo si è imposto sull’azzurro col punteggio di 7-5 6-3. A ruota il piemontese si è arreso al terzo set (per 5-7 6-3 6-1) di fronte al francese Ugo Humbert, numero 15 del ranking internazionale e 14esima forza del seeding.

Avanzano ai quarti di finale del doppio, infine, Simone Bolelli e Andrea Vavassori. I due italiani hanno battuto al secondo turno, per 6-1 6-3, in poco più di un’ora di gioco, gli argentini Maximo Gonzalez e Nicolas Molteni, ottavi favoriti del seeding. Oggi per un posto in semifinale affronteranno il salvadoregno Marcelo Arevalo e il croato Mate Pavic.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

Sport

L’Inter adesso “vede” da vicino lo scudetto, dopo il 2-1 a Udine

Sul campo dei bianconeri in rimonta nerazzurri si avvicinano sempre più al tricolore, il 20esimo

L’articolo L’Inter adesso “vede” da vicino lo scudetto, dopo il 2-1 a Udine proviene da TeleOne.

Published

on

Ennesimo successo per l’Inter, che sul campo dell’Udinese passa in rimonta per 2-1 e avvicina sempre più la vittoria del suo ventesimo scudetto. All’iniziale vantaggio friulano firmato da Samardzic, hanno risposto prima Calhanoglu su calcio di rigore e poi, nel recupero, il neo entrato Frattesi.

La prima occasione nitida per l’Inter arriva al 20′, con Calhanoglu che dal limite calcia a giro con il destro ma trova la parata in tuffo di Okoye. Duello quello tra il turco e il portiere dell’Udinese che si ripeterà dieci minuti più tardi, ancora con una conclusione violenta da parte di Calhanoglu disinnescata in maniera reattiva.

A trovare il gol sarà però l’Udinese, al 40′: uscita sbagliata da parte dell’Inter e recupero palla di Kamara, con il pallone che passa prima da Pereyra e poi da Samardzic, bravo ad accentrarsi dalla destra e a calciare cogliendo impreparata la retroguardia nerazzurra e siglando l’1-0.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Ad inizio ripresa riparte subito forte l’Inter, che dopo appena tre minuti troverebbe il gol del pareggio grazie al tap in di Carlos Augusto, che spinge in rete un pallone vagante messo in area da Dimarco ma il tutto in posizione di fuorigioco. L’Udinese resta in vantaggio, ma solo fino al 55′, con l’uscita irruente di Okoye su Thuram che causa rigore in favore dei nerazzurri: dal dischetto va Calhanoglu che non sbaglia, siglando il suo decimo gol in campionato. Pari che non accontenta l’Inter, con Inzaghi che col passare dei minuti alza il baricentro della sua squadra aumentando il peso dell’attacco.

Assedio Inter e difesa bassa dell’Udinese, questo il filo tattico di un finale di partita in cui sono i nerazzurri a spuntarla: nel quinto dei sette minuti di recupero Lautaro lascia partire un tiro dalla distanza respinto da Okoye sul palo e che finisce tra i piedi di Frattesi, libero a porta sguarnita di mettere in rete il definitivo di 2-1 che ipoteca i tre punti per l’Inter e riporta a quattordici il vantaggio in classifica sul Milan secondo.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading
Advertisement

I più cliccati