Connect with us

Sicilia

Colpo alla mafia a Palermo, 18 fermi: “Forte rischio guerra nel clan”

“Forte rischio di delitti e di guerra nel clan”: scattano 18 arresti, colpo alla mafia a Palermo – I DETTAGLI

Published

on

Diciotto fermi, per persone accusate a vario titolo di associazione mafiosa, associazione finalizzata al traffico di droga, estorsioni e rapine aggravate dal metodo mafioso. Questo il bilancio dell’operazione scattata a Palermo al termine di un’inchiesta sul mandamento mafioso di Porta Nuova. Per le 18 persone i carabinieri del Comando provinciale del capoluogo siciliano hanno eseguito un provvedimento di fermo, emesso dalla Dda.

Le indagini del nucleo investigativo dei carabinieri hanno delineato l’organigramma del mandamento e individuato il reggente del clan. Si tratta di Giuseppe Incontera, ucciso giovedì scorso da un killer che, ieri, si è costituito ai carabinieri (LEGGI). (continua sotto)
LEGGI ANCHE:
Dramma sul lavoro in Sicilia: cade dal tetto, muore giovane di 27 anni
Fiammetta Borsellino: “Stato senza futuro: non sarò alle manifestazioni per via D’Amelio”
Ucciso a coltellate nel garage di casa: un arresto a Partinico

L ‘inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto della Dda Paolo Guido, ha fatto luce anche sui gregari delle famiglie mafiose di Porta Nuova e Palermo Centro che fanno parte dello storico mandamento di Porta Nuova e ha ricostruito le attività di un’articolata associazione che trafficava hashish, marijuana, cocaina, eroina e crack gestita, in tutta la sua filiera (dalle fasi di approvvigionamento all’ingrosso, allo spaccio al minuto sul territorio) dai vertici del mandamento mafioso, per alimentarne le casse.

Sono stati, infatti, fermati, i capi di 6 piazze di spaccio, localizzate in alcuni storici quartieri del centro – il Capo, la Vucciria, Ballarò e la Zisa – ritenuti organici a Cosa nostra. Sono stati ricostruite, infine, due estorsioni e cinque tentativi di estorsione a imprenditori e commercianti del centro cittadino. L’organizzazione avrebbe commesso anche due rapine per rimpinguare le casse della cosca.

La procura ha dato il via alla operazione perché, secondo gli inquirenti, alcuni degli indagati stavano per fuggire. QUesta la ragione per cui il provvedimento è stato emesso in via d’urgenza anche perché recentemente, nel territorio controllato dalla cosca, sono stati commessi gravi fatti di sangue, come quello riguardante Giuseppe Incontrera. Per gli investigatori l’omicidio “avrebbe potuto aumentare il rischio della commissione di altri delitti” e spingere alcuni affiliati a fuggire per evitare ritorsioni. C’era dunque il rischio di una guerra all’interno del clan.
Rimanete aggiornati, seguite TELEONEMAG su Facebook! (clicca qui)

Cronaca

Tremore Etna resta alto, ma scende l’allerta volo: in aeroporto ritorno alla normalità

Il livello di allerta per il volo scende da rosso ad arancione: tendenza alla diminuzione del tremore vulcanico

L’articolo Tremore Etna resta alto, ma scende l’allerta volo: in aeroporto ritorno alla normalità proviene da TeleOne.

Published

on

L’aeroporto di Catania è stato riaperto nella serata di ieri, martedì 24, dopo essere rimasto chiuso per diverse ore a causa dell’emissione di cenere vulcanica dall’Etna (LEGGI). La diffusione della nube di cenere aveva causato la sospensione di tutti i voli in arrivo e in partenza dallo scalo siciliano, secondo quanto comunicato dalla Sac, la società che gestisce l’aeroporto etneo.

La chiusura, disposta dall’Unità di Crisi, aveva riguardato i settori B2 e B3. Le operazioni sono potute riprendere solo dopo la rimozione della cenere dalle infrastrutture di volo. La sospensione ha causato cancellazioni e dirottamenti su altri aeroporti, creando disagi ai passeggeri.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Intanto, l’attività esplosiva del vulcano è in diminuzione, con una debole emissione di cenere ancora in corso dai crateri sommitali. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Osservatorio etneo, ha abbassato il livello di allerta per il volo, il Vona, da rosso ad arancione.

Nonostante il calo dell’attività, il livello del tremore vulcanico resta alto, con una lieve tendenza alla diminuzione. La Sac ha invitato i passeggeri a contattare le compagnie aeree per ulteriori informazioni prima di recarsi in aeroporto.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Donna di 30 anni trovata morta in casa di villeggiatura a Mascali: sentito il compagno

Una giovane scoperta senza vita dopo una presunta lite con l’uomo con cui era partita; le indagini dei carabinieri sono in corso

L’articolo Donna di 30 anni trovata morta in casa di villeggiatura a Mascali: sentito il compagno proviene da TeleOne.

Published

on

Una donna di trent’anni è stata rinvenuta impiccata nel bagno della casa di villeggiatura che aveva affittato con il compagno a Fondachello, una località marina di Mascali. Nella cittadina in provincia di Catania la tragedia è emersa questa mattina, quando i carabinieri della compagnia di Giarre sono intervenuti sul posto.

La sera precedente la donna avrebbe avuto un’accesa discussione con il compagno, che aveva poi lasciato l’abitazione. Il corpo è stato trovato poche ore dopo.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

La casa è risultata in ordine e non è stato rinvenuto alcun messaggio d’addio. Il compagno è stato ascoltato come testimone dai militari e dal sostituto procuratore di Catania.

Attualmente, non si esclude nessuna ipotesi riguardo le cause del decesso, compresa quella del suicidio. Maggiori dettagli potrebbero emergere dall’autopsia, qualora la Procura decidesse di disporla. Le indagini proseguono sotto la supervisione dei Carabinieri della compagnia di Giarre e del comando provinciale di Catania.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Etna in eruzione, per la cenere vulcanica sospesi tutti i voli da e per Catania

Cancellazioni e dirottamenti in corso nell’aeroporto catanese

L’articolo Etna in eruzione, per la cenere vulcanica sospesi tutti i voli da e per Catania proviene da TeleOne.

Published

on

La Sac, la società di gestione dell’aeroporto di Catania, ha annunciato la chiusura dei settori B2 e B3 dello scalo a seguito dell’attività eruttiva dell’Etna, che ha causato una significativa emissione di cenere vulcanica nell’atmosfera.

La decisione, presa dall’Unità di crisi, comporta la sospensione di tutti i voli in arrivo e in partenza fino a quando la situazione non sarà sotto controllo e le infrastrutture di volo liberate dalla cenere.

LEGGI: Etna, spettacolare eruzione notturna: fontane di lava dal cratere Voragine

La sospensione dei voli porterà a cancellazioni e dirottamenti su aeroporti alternativi. La Sac consiglia ai passeggeri di contattare le rispettive compagnie aeree per ottenere informazioni aggiornate prima di recarsi in aeroporto.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Le operazioni riprenderanno non appena sarà concluso il fenomeno di ricaduta della cenere e questa sarà stata rimossa dalle piste.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Etna, spettacolare eruzione notturna: fontane di lava dal cratere Voragine

L’Ingv di Catania monitora l’attività vulcanica, cenere in dispersione verso Est-Sud-Est

L’articolo Etna, spettacolare eruzione notturna: fontane di lava dal cratere Voragine proviene da TeleOne.

Published

on

Dalle prime ore del mattino, il cratere Voragine dell’Etna ha iniziato una spettacolare fontana di lava, come rilevato dalle immagini della rete di videosorveglianza dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Osservatorio Etneo di Catania.

Attualmente, l’eruzione è in corso, con emissioni di cenere che si disperdono in direzione Est-Sud-Est, come previsto dai modelli di dispersione. Inoltre, è stato osservato un trabocco lavico dall’orlo occidentale del cratere Bocca Nuova.

Dal punto di vista sismico, si è registrato un aumento dell’ampiezza media del tremore vulcanico, con le sorgenti del tremore situate nell’area del cratere Voragine a circa 3.000 metri sul livello del mare.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

L’attività infrasonica è anch’essa in crescita, con un incremento della frequenza e dell’ampiezza degli eventi localizzati al cratere Voragine. Dalle 04:00, la rete clinometrica ha rilevato chiari cambiamenti, soprattutto nelle stazioni sommitali.

L’Ingv ha emesso un bollettino di avviso per il volo (Vona) di colore rosso, ma l’aeroporto internazionale Vincenzo Bellini di Catania rimane operativo al momento.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 500MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

(www.teleone.it)

Continue Reading
Advertisement

I più cliccati