Connect with us

Outside

Proposta di matrimonio sulla scogliera: ma lei precipita e muore a 39 anni

Lui le chiede di sposarlo, ma lei scivola dalla scogliera e muore a 39 anni

L’articolo Proposta di matrimonio sulla scogliera: ma lei precipita e muore a 39 anni proviene da TeleOne.

Published

on

Le aveva appena chiesto di sposarlo, ma durante i festeggiamenti lei è precipitata giù per la scogliera. Uno dei momenti più belli si è così tramutato in tragedia.

Dramma per una coppia in Turchia. Una 39enne ha perso la vita dopo essere scivolata dalla scogliera di Capo Polente. È caduta giù dall’altezza di 30 metri. Proprio pochi minuti prima aveva ricevuto la proposta di matrimonio dal suo fidanzato.

Avevano dunque scelto per festeggiare un punto panoramico. Doveva essere un romantico pic-nic al tramonto. Il promesso sposo si è allontanato per pochi minuti, il tempo andare a prendere il cestino con il cibo lasciato in auto, ma ha riferito di aver sentito improvvisamente un grido. È tornato immediatamente indietro, ma era ormai troppo tardi. La fidanzata era precipitata dalla scogliera.

Yesim ha fatto un volo di 32 metri ed è caduta in mare la sera del 6 luglio. È sopravvissuta alla caduta in mare, ma è morta poco dopo per le ferite riportate nonostante i medici abbiano provato a rianimarla per 45 minuti.

“Abbiamo scelto le scogliere per avere un ricordo romantico dopo la proposta. Abbiamo bevuto un po’ di alcol. Tutto è successo velocemente. Ha perso l’equilibrio ed è caduta”. Queste le parole del promesso sposo, ai media locali.

(www.teleone.it)

News e Focus

“In 6 contro mia figlia”: violenza su una 14enne, ragazzi riprendono e postano il video

Sulla vicenda, che è accaduta in Val d’Aosta, gli atti sono stati trasmessi alla procura per i minorenni di Torino

L’articolo “In 6 contro mia figlia”: violenza su una 14enne, ragazzi riprendono e postano il video proviene da TeleOne.

Published

on

Ancora una terribile aggressione ai danni di una giovanissima, con una violenza subita da una ragazzina di appena 14 anni. E’ accaduto tutto in Val d’Aosta, dove è stata la madre della vittima a presentare denuncia.

Nella giornata di ieri la figlia è stata picchiata da un gruppo di coetanee, mentre alcuni ragazzi, così come ha riferito la donna, stavano accanto a riprendere tutta la scena con gli smartphone. Gli atti sono già stati trasmessi alla procura per i minorenni di Torino.

Il video, poi, è stato anche postato sui social, diventando in brevissimo tempo anche virale. Le condizioni della vittima, andata in pronto soccorso con un dolore alla testa, non sarebbero gravi. Secondo il racconto della donna, la figlia aveva un appuntamento con un’amica.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Quando questa è arrivata, ha iniziato a picchiarla. E con lei altre ragazze. Secondo il racconto della madre, sarebbero state in sei contro la figlia, mentre i maschi riprendevano l’aggressione.

“Il migliore amico di mia figlia non è riuscito a fermarle – ha spiegato la madre, come riportano le cronache locali – perché è stato minacciato dai maschi presenti, e poi scappato e ha chiesto aiuto. Sono sconvolta per quanto è accaduto, sono cose gravi. Noi sappiamo esattamente chi è stato”.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

Multimedia

Terrore in aereo: l’atterraggio, poi esplode incendio: evacuazione d’emergenza – VIDEO

[video src="https://www.teleone.it/wp-content/uploads/2024/05/delta-air-emergenza.mp4" poster="https://www.teleone.it/wp-content/uploads/2024/05/delta-air-emergenza.mp4"]

I fatti si sono verificati il lunedì di due settimane fa, 6 maggio, ma i video diffusi nelle scorse ore dalle telecamere

L’articolo Terrore in aereo: l’atterraggio, poi esplode incendio: evacuazione d’emergenza – VIDEO proviene da TeleOne.

Published

on

Attimi di vero e proprio terrore, per i 189 passeggeri dell’equipaggio di un Airbus A321neo regolarmente atterrato all’aeroporto di Seattle. Quando il mezzo ha raggiunto la zona in cui sarebbero dovute iniziare le operazioni di discesa a terra dei presenti, infatti, il velivolo ha preso fuoco nella parte anteriore, costringendo hostess e stewards ad attuare un piano di evacuazione di emergenza.

I fatti si sono verificati il lunedì di due settimane fa, 6 maggio, ma i video diffusi nelle scorse ore dalle telecamere dell’aeroporto internazionale di Seattle-Tacoma stanno facendo solo ora il giro del web.

Dopo l’atterraggio da Cancun, in Messico, la situazione sembrava totalmente sotto controllo: il velivolo ha raggiunto l’area di stazionamento, e il personale di bordo si è occupato di svolgere le consuete operazioni di routine.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Al mezzo era appena stato agganciato il nastro trasportatore per lo scarico delle valigie quando si è sviluppato in modo rapido un incendio nella parte anteriore: proprio sotto la cabina di pilotaggio, infatti, si possono notare chiaramente delle fiamme da cui si origina un denso e scuro fumo. Hostess e stewards hanno reagito prontamente, attivando le procedure per l’evacuazione rapida del velivolo. Il video:

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

News e Focus

I genitori la lasciano nella vasca da bagno, lei annega: la piccola muore a tre anni

Quando la mamma è tornata, ha trovato la figlia priva di sensi ma ormai era troppo tardi: i dettagli

L’articolo I genitori la lasciano nella vasca da bagno, lei annega: la piccola muore a tre anni proviene da TeleOne.

Published

on

Una terribile tragedia, in Galles, dove una bimba piccola, di appena 3 anni, ha perso la vita nella vasca da bagno di casa. Ancora in corso le indagini sull’accaduto, con i genitori che rischiano di essere accusati per abbandono.

Come è emerso, la piccola è stata lasciata sola nel bagno di casa per circa mezz’ora. Il rubinetto della vasca in cui i genitori stavano facendo il bagnetto è rimasto aperto per gioco dalla piccola, e lei ha perso la vita, annegando.

Quando la mamma è tornata, ha trovato la figlia priva di sensi ma ormai era troppo tardi, e quando sono arrivati i medici è stata dichiararla morta nel giro di circa un’ora.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Le autorità gallesi hanno confermato che la morte di Iris-Mae è stata un incidente e che i suoi genitori hanno mancato al loro dovere in quanto la bambina non stava bene e non avrebbe dovuto essere lasciata sola.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading

Cronaca

Meteo, la Sicilia pronta a temperature di fuoco: “Attesi fino a 37 gradi”

Rispetto al Nord, il Sud si prepara a vivere un’eccezionale ondata di caldo africano e temperature massime da pieno luglio o agosto

L’articolo Meteo, la Sicilia pronta a temperature di fuoco: “Attesi fino a 37 gradi” proviene da TeleOne.

Published

on

Un’Italia ancora spezzata in due, per ciò che riguarda il maltempo: enormi criticità per fenomeni intensi e persistenti nel Nord, come dimostra il caso di Milano, ed in arrivo c’è un’altra perturbazione. Ma tutto è diverso al Sud, che si prepara a vivere un’eccezionale ondata di caldo africano e temperature massime da pieno luglio o agosto.

Le prossime 24 ore saranno, dunque, da monitorare attentamente per la pioggia. E per la giornata di oggi, giovedì 16 maggio, la protezione civile lancia una nuova allerta arancione per alcune zone della Lombardia così come del Friuli Venezia-Giulia a causa di una moderata criticità per rischio temporali, idraulico e idrogeologico.

Sarà allerta gialla, invece, per il Piemonte, Veneto, Trentino Alto-Adige, Emilia-Romagna, Toscana e Marche. Su tutte queste zone nuovi acquazzoni e un meteo decisamente compromesso.

💪 SIAMO ANCHE SU GOOGLE NEWS! Seguici cliccando QUI! 🖋

Se in qualche modo l’Italia centrale sarà “terra di confine”, altrove le condizioni diverranno sempre più calde ma anche lattiginose a causa di abbondante pulviscolo sahariano in arrivo dal Sahara“, affermano gli esperti de Ilmeteo.it. Nonostante le velature anche compatte, il caldo sarà così intenso che le zone interne della Sicilia potranno toccare ben 35°C all’ombra come nel caso di Ragusa ma anche 34°C in Puglia e Sicilia orientale (Foggia e Siracusa). Massime intorno ai 30°C anche sulla Campania.

Già da domani, fortunatamente, la situazione di maggior criticità dovrebbe rientrare anche al Nord dove avremo un miglioramento anche se nuovi fenomeni, meno intensi ed estesi, potranno interessare il settore alpino e prealpino. Un’impennata termica invece interesserà ancora una volta Sud e Sicilia dove sull’Isola sono attese massime anche di 37°C.

Si tratterà di una toccata e fuga visto che durante il fine settimana le piogge arriveranno anche dalla Campania in giù riportando un clima più consono al periodo. La giornata di sabato vedrà un clima migliore al Nord anche se non mancherà una certa variabilità e l’occasione per nuovi sporadici acquazzoni mentre al Centro non mancheranno locali temporali.

Domenica sarà soprattutto l’Italia Centrale a fare i conti con acquazzoni e temporali pomeridiani, meteo più asciutto al Nord e al Sud ma in un contesto generale che vedrà l’assenza dell’alta pressione. È ancora presto per delineare un quadro preciso per la prossima settimana che dovrebbe vedere nuove occasioni per piogge e temporali soprattutto al Centro-Nord.

🖋 CONTINUA A LEGGERE su Teleone.it

🟢 LA “CARICA” DEI 400MILA: seguici su FACEBOOK! 📲

🎥 GUARDA TUTTI I VIDEO! – CLICCA QUI 📲

💪 I più cliccati negli ultimi giorni

(www.teleone.it)

Continue Reading
Advertisement

I più cliccati